DPCM 14 luglio 2020: prorogate misure anti Covid-19 per luoghi di lavoro e trasporti

DPCM 14 luglio 2020: prorogate misure anti Covid-19 per luoghi di lavoro e trasporti

Dpcm 14 luglio 2020

Con il DPCM 14 luglio 2020, che proroga al 31 luglio 2020 le misure del DPCM 11 giugno 2020 che ha sancito l’inizio della Fase 3, vengono confermate e restano in vigore le disposizioni contenute nelle ordinanze del Ministro della salute del 30 giugno 2020 e del 9 luglio 2020.

Il provvedimento normativo contiene un solo articolo e due allegati sostitutivi che forniscono indirizzi sulle misure di contenimento Covid-19 da attuare sui luoghi di lavoro, ovvero:

  • linee guida per la riapertura delle Attività Economiche, Produttive e Ricreative della Conferenza delle Regioni e delle province autonome del 14 luglio 2020;
  • linee guida per l’informazione agli utenti e le modalità organizzative per il contenimento della diffusione del covid-19 in materia di trasporto pubblico.

Le schede tecniche contengono indicazioni operative valide per i singoli settori di attività. In ciascuna scheda vengono integrate le diverse misure di prevenzione e contenimento riconosciute a livello scientifico per contrastare la diffusione del contagio, ovvero: norme comportamentali, distanziamento sociale e contact tracing.

Nel DPCM viene specificato che le procedure/istruzioni operative possono coincidere con procedure/istruzioni già adottate, purché opportunamente integrate, così come possono costituire un addendum connesso al contesto emergenziale del documento di valutazione dei rischi redatto ai sensi del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81.

Tuttavia nel testo si legge che le misure indicate potranno essere rimodulate, anche in senso più restrittivo e che le schede attualmente pubblicate potranno essere integrate con le schede relative a ulteriori settori di attività.

Vediamo nel dettaglio il contenuto dei due allegati.

Leggi anche: Ripartenza scuole: a settembre come si starà in classe?

DPCM 14 luglio 2020: Allegato 1 – Attività Economiche, Produttive e Ricreative

L’allegato 1 raccoglie le indicazioni valide per le attività economiche, produttive e ricreative. Ciascuna scheda si riferisce ad una specifica attività e contengono integrazioni alle raccomandazioni di distanziamento sociale e igienico-comportamentali finalizzate a contrastare la diffusione di SARS-CoV-2 in tutti i contesti di vita sociale.

Da sottolineare la nota relativa all’utilizzo dei guanti monouso che recita: “in considerazione del rischio aggiuntivo derivante da un loro errato impiego, si ritiene di privilegiare la rigorosa e frequente igiene delle mani con acqua e sapone, soluzione idroalcolica o altri prodotti igienizzanti, sia per clienti/visitatori/utenti, sia per i lavoratori (fatti salvi, per questi ultimi, tutti i casi di rischio specifico associato alla mansione)”.

Le attività analizzate in ciascuna scheda sono quelle relative a:

  • ristorazione
    • cerimonie
  • attività turistiche (stabilimenti balneari e spiagge)
  • attività ricettive
    • strutture turistico-ricettive all’aria aperta
    • rifugi alpini ed escursionistici
  • servizi alla persona (acconciatori, estetisti e tatuatori)
  • commercio al dettaglio
  • commercio al dettaglio su aree pubbliche (mercati e mercatini degli hobbisti)
  • uffici aperti al pubblico
  • piscine
  • palestre
  • manutenzione del verde
  • musei, archivi e biblioteche
  • attività fisica all’aperto
  • noleggio veicoli e altre attrezzature
  • informatori scientifici del farmaco
  • aree giochi per bambini
    • sale giochi
  • circoli culturali e ricreativi
  • formazione professionale
  • cinema e spettacoli dal vivo
    • produzioni liriche, sinfoniche ed orchestrali e spettacoli musicali
    • produzioni teatrali
    • produzioni di danza
  • parchi tematici e di divertimento
  • sagre e fiere locali
  • strutture termali e centri benessere
    • trattamenti alla persona (es. fango-balneoterapia, massoterapia)
    • piscine termali
    • centri benessere
    • trattamenti inalatori
  • professioni della montagna (guide alpine e maestri di sci) e guide turistiche
  • congressi e grandi eventi fieristici
  • sale slot, sale giochi, sale bingo e sale scommesse
  • discoteche

Ti consigliamo la lettura del volume:

DPCM 14 luglio 2020: Allegato 2 – Trasporto pubblico

L’allegato 2 raccoglie le indicazioni valide in materia di trasporto pubblico, da integrare al protocollo del 20 marzo 2020 di regolamentazione per il contenimento della diffusione del Covid-19 negli ambienti nel settore dei trasporti e della logistica.

Le nuove linee guida, stabiliscono le modalità di informazione agli utenti nonché le misure organizzative da attuare nelle stazioni, negli aeroporti e nei porti, al fine di consentire il passaggio alla successiva fase del contenimento del contagio, che prevede la riapertura scaglionata delle attività industriali, commerciali e di libera circolazione delle merci e delle persone.

L’allegato precisa l’importanza delle misure di sistema che comprendono l’articolazione dell’orario di lavoro differenziato, la differenziazione e il prolungamento degli orari di apertura degli uffici, degli esercizi commerciali, dei servizi pubblici in relazione alle esigenze del territorio e al bacino di utenza di riferimento, con l’obiettivo di ridurre in modo consistente i picchi di utilizzo del trasporto pubblico collettivo.

Ciascuna scheda si riferisce ad uno specifico settore del trasporto:

  • settore aereo
  • settore marittimo e portuale
    • trasporto marittimo di passeggeri
    • gestione terminal passeggeri, stazioni marittime e punti di imbarco/sbarco passeggeri
  • settore trasporto pubblico locale automobilistico, lacuale, lagunare, costiero e ferrovie non interconnesse alla rete nazionale
  • settore del trasporto pubblico funiviario (funivie, funicolari e seggiovie)
  • settore ferroviario
  • servizi di trasporto non di linea

Scarica il DPCM 14 luglio 2020

Leggi gli ebook:

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *