Dove i recruiter cercano i giovani ingegneri? Sì ai siti dell’Università, No ai Career Day

Dove i recruiter cercano i giovani ingegneri? Sì ai siti dell’Università, No ai Career Day

Promosse le bacheche digitali dei siti degli atenei, bocciati i Career Day. Questo in estrema sintesi il dato principale che emerge dall’ultima indagine “Nuovo Osservatorio” realizzato da GIDP, l’associazione dei direttori delle risorse umane, che analizza la figura del neolaureato e dello stagista in azienda e che sarà presentato a fine mese presso la sede milanese di Assolombarda.

Tra le figure di neolaureati maggiormente ricercate dai recruiter delle aziende spicca il giovane ingegnere (36%) seguito a ruota dal laureato in materie economiche (35%). Ma dove vanno a cercare informazioni sui potenziali stagisti i responsabili delle risorse umane? Principalmente, questo il dato che emerge dall’indagine di GIDP, sono tre: oltre un quarto dei recruiter intervistati dichiara di consultare le bacheche delle domande e offerte di lavoro nei siti delle Università; al secondo posto (14%) reperendo informazioni nelle agenzie di lavoro; infine, in terza posizione, spulciando gli elenchi dei laureati forniti dagli atenei (11%).

Grandi assenti in questo ideale podio sono i Career Day che vengono visitati da meno di un recruiter su dieci. “In effetti”, conferma al Corriere della Sera il presidente di GIDP, Paolo Citterio, “i responsabili del personale optano per i siti universitari perché lì le inserzioni sono gratuite e la visibilità per i giovani è alta. I Career Day, invece, costano e comportano un notevole impiego di tempo”.

Tra gli altri dati dell’indagine che saranno discussi giovedì 30 giugno a Milano anche la conferma da parte delle aziende di reperire soprattutto ingegneri (elettronica, meccanica, gestionale e informatica) e un calo generalizzato delle retribuzioni di ingresso per i giovani ingegneri (ma non solo per loro) assunti dopo un periodo di internship nelle aziende.

Infine una nota: quali sono le aziende che consigliamo ai giovani ingegneri, nostri lettori, di interpellare per un possibile tirocinio finalizzato all’assunzione? L’indagine traccia un identikit preciso: sede nel Nord Italia, oltre 500 dipendenti, società per azioni o multinazionali.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico