Diagnostica strutturale, verifica di agibilità, responsabilità e adeguamento

I recenti tragici terremoti che hanno coinvolto alcune zone dell’Emilia, Lombardia e Veneto, hanno evidenziato con forza la necessità per i professionisti tecnici di momenti di riflessione e di approfondimento di alcuni aspetti riguardanti le verifiche post sisma, le procedure e le responsabilità per la certificazione di agibilità, la verifica degli edifici industriali e il loro adeguamento strutturale.

 

Accanto all’analisi delle migliori tecniche di progettazione e diagnostica, è importante anche soffermarsi sui profili di responsabilità civile e penale in cui incorre il professionista chiamato a verificare l’agibilità di un edificio.

 

A questo proposito Maggioli Editore organizza due incontri a luglio in materia di diagnostica al fine di affrontare, con l’aiuto di un relatore altamente specializzato in materia, alcune delle principali tematiche.

 

Verifiche post-sisma: procedure e responsabilità
Bologna, giovedì 5 luglio 2012

 

Le responsabilità dei Professionisti Tecnici coinvolti nelle verifiche  di agibilità
1. Quadro normativo di riferimento:
– NTC 2008
– Ord. Prot. Civ. 2 giugno 2012
– D.P.C.M. 5 maggio 2011 “Approvazione del modello per il rilevamento dei danni, pronto intervento e agibilità per edifici post-sismica e del relativo manuale di compilazione.”
2. Le verifiche speditive di agibilità e la scheda di I Livello: profili di responsabilità e norme di collegamento
3. La verifica di agibilità sismica: le NTC2008, l’approccio prestazionale e le responsabilità del Tecnico

 

Le attività dei Tecnici coinvolti nelle verifiche di agibilità
1. Richiami di diagnostica strutturale e tipologie di lesioni
2. Svolgimento di una verifica di agibilità
3. Guida alla compilazione della scheda di I livello
4. Provvedimenti provvisori di messa in sicurezza
5. La Certificazione di Agibilità Sismica (C.A.S.): linee guida per una verifica secondo le NTC 2008

 

Maggiori dettagli

 

Edifici industriali e sisma: verifica sismica ed adeguamento
Bologna, giovedì 12 luglio 2012

 

I crolli degli edifici industriali: analisi, cause, rimedi
1. Comportamento di un edificio industriale progettato per soli carichi verticali
2. Primi interventi per la messa in sicurezza preventiva di un capannone
3. Linee guida per la sicurezza degli operatori nelle fasi di messa in sicurezza preventiva

 

Adeguamento sismico di un capannone esistente
1. Linee guida per la diagnostica strutturale di un capannone:
a. Caratterizzazione materiali
b. Indagini sul suolo
c. Monitoraggio comportamento
2. Modellazione degli effetti dell’azione sismica su un capannone:
a. Modellazione secondo le NTC 2008
b. Modellazione semplificata per il progetto dei collegamenti
c. Scaffalature metalliche e sisma
3. Progetto dei collegamenti per la messa in sicurezza di un edificio industriale
4. Progetto dell’adeguamento sismico ai sensi delle NTC di un edificio industriale
5. Esempio applicativo

 

Maggiori dettagli


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico