Diagnosi e risoluzione patologie edilizie: ecco lo strumento definitivo

Come i lettori più affezionati di Ingegneri.cc sanno bene, una delle rubriche più apprezzate del nostro sito è quella dedicata ai guasti in edilizia curato dagli ingegneri Fulvio Re Cecconi ed Enrico De Angelis. Oggi segnaliamo la summa del lavoro dei cacciatori di guasti, consigliando la Banca Dati Guasti in Edilizia, interamente a colori e in grado di fornire la diagnosi, il confronto visivo e la risoluzione delle patologie edilizie degli edifici. Oltrettutto, questo prezioso strumento è proposto in offerta bundle insieme alla Banca Dati delle Opere Edilizie e al volume sulla Manutenzione e durata di edifici e impianti a un prezzo imperdibile.

 

La Banca Dati Guasti in Edilizia descrive e illustra con foto a colori le cause dei possibili ammaloramenti e fornisce suggerimenti per il ripristino e la prevenzione, attraverso le schede tecniche dei singoli componenti del fabbricato.

 

Si tratta davvero di un formidabile archivio elettronico composto da oltre 200 schede classificate secondo la norme UNI 11337 e UNI 8290 sui componenti dell’edificio, con ricerca agevole (per elemento tecnico, punto singolare, anomalia, testo) della patologia edilizia d’interesse.

 

Grazie al corredo di più di 500 immagini a colori, la Banca Dati Guasti in Edilizia consente:
– di identificare visivamente il guasto (le foto sono ingrandibili a piacere)
– di verificare l’analogia con il proprio caso,
– individuare correttamente i meccanismi di alterazione dei materiali utilizzati, delle parti costituenti e degli elementi tecnici.

 

Quando utilizzare la Banca Dati dei Guasti in Edilizia?
L’utilità di questo strumento è tale da consentire il suo impiego in tutte le fasi: da quella di gestione dell’edificio costruito a quello progettuale, per evitare di incorrere in problemi successivi dovuti alla mancata applicazione di semplici accorgimenti, suggeriti dagli autori per ciascun tipo di guasto.

 

Ma vediamo nel dettaglio i possibili impieghi di questo prodotto.

 

1. Utilizzo in fase di gestione
L’osservazione degli esempi mostrati mette in luce le peculiarità del caso e guida verso la formulazione di una corretta valutazione diagnostica.
L’archivio dei casi di guasto può essere letto anche in termini di anomalie tipiche di classi di elementi tecnici e possibili significati. Aiuta la messa a punto di strumenti di rilievo, utili sia in fase di ricognizione generale dello stato del patrimonio, sia in fase di gestione e monitoraggio.

 

2. Utilizzo in fase progettuale
Con la fase esecutiva il progettista ha la responsabilità di operare una prima pianificazione di quelli che potrebbero essere i futuri interventi di manutenzione dell’opera da realizzare.

 

3. Utilizzo in fase di validazione del progetto
La conformità ai programmi manutentivi è un importante obiettivo che il responsabile del procedimento deve raggiungere, attraverso la prevenzione delle patologie dell’opera progettata, da un lato, e l’adeguatezza del piano di manutenzione, dall’altro.

 

Offerta bundle
Per i lettori di Ingegneri.cc è disponibile un’offerta bundle decisamente da non perdere. È infatti possibile ordinare la Banca Dati Guasti in Edilizia (prezzo di copertina 120 euro) insieme alla Banca Dati Opere Edilizie (prezzo di copertina 69 euro) e Manutenzione e durata degli edifici e degli impianti (prezzo di copertina 46 euro) a solo 79 euro anziché 235 euro (IVA compresa) con un risparmio di 156 euro!

 

Vai alla scheda per ordinare i tre prodotti in offerta bundle.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico