Corretta postura smart worker: da AiFOS video di semplici esercizi

Corretta postura smart worker: da AiFOS video di semplici esercizi

Tante le iniziative, dedicate alla formazione, all’informazione, allo svago e all’ organizzazione del lavoro, che in questo periodo sono state implementate sul web con l’obiettivo di fornire un supporto per affrontare la nuova situazione di emergenza Coronavirus, che ci ha costretti a rivedere e rivalutare le nostre abitudini quotidiane.

Tra queste va segnalata l’iniziativa AiFOS (Associazione italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro) che si rivolge nello specifico agli smart worker, ovvero coloro che pur rimanendo in casa, continuano a svolgere regolarmente il proprio lavoro.

Perché guardare dei video sulla corretta postura smart worker? Cosa cambia dall’ufficio a casa?

Si presuppone che il lavoratore in ufficio disponga di una sua postazione di lavoro dotata di scrivania, seduta, monitor e supporti per il pc idonei per lo svolgimento della propria giornata lavorativa, situazioni non sempre replicabili in casa perché a volte non si dispone degli spazi o degli strumenti adatti come le sedute ergonomiche, spesso sostituite da sedie comuni, divano, poltrona ecc… che inevitabilmente portano ad assumere una postura scorretta.

I video dedicati alla corretta postura smart worker fanno parte del progetto “Igiene Vertebrale” di educazione posturale e mostrano semplici esercizi che possono essere svolti sia in ufficio sia in casa per evitare l’insorgere di disturbi – o peggio patologie – muscolo scheletrici del rachide.

Il progetto è stato sviluppato in collaborazione con Back School ed Emanuele Angelo Toso, chinesiologo, Dottore magistrale in scienze e tecniche delle attività preventive e attività fisica adattata, tutor di tirocinio all’Università Cattolica di Milano nell’insegnamento di Posturologia, massoterapista e formatore qualificato nell’ambito della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

La condivisione libera di utili strumenti di informazione e prevenzione, di questo tipo, per affrontare questa difficile situazione è necessaria e fondamentale.

Leggi anche: Ergonomia e videoterminali. Le competenze multidisciplinari del SPP per i luoghi di lavoro

Corretta postura smart worker e videoterminale: cosa c’è da sapere?

La diffusione dello smart working è stata conseguenziale alle misure di contenimento dei rischi da Coronavirus. Tale modalità lavorativa viene indicata, nei decreti messi in atto dal Governo, quale idonea misura per il contrasto e il contenimento del diffondersi del virus SARS-CoV-2.

Nello specifico il lavoro svolto dal video-terminalista è associato a dei rischi legati, oltreché al videoterminale stesso, a tutto ciò che costituisce l’ambiente in cui il lavoratore si trova e che comprende la postazione di lavoro (essenzialmente scrivania e seduta) e quanto c’è intorno (luce ambientale, microclima, spazi di lavoro e di movimento, ambiente sonoro, ecc.).

I rischi legati al vero e proprio videoterminale sono dipendenti dalle sue componenti, ovvero: schermo, tastiera, mouse, altre periferiche e non secondariamente dalle caratteristiche dei software installati.

I riferimenti giuridici relativi alle attività del video-terminalista sono contenuti soprattutto all’interno del D.Lgs. 81/2008, il Testo Unico sulla sicurezza sul lavoro, modificato nel 2009 dal D.Lgs. 106/2009. La prevenzione degli infortuni sul lavoro e delle malattie professionali, per quanto riguarda i video-terminalisti, rientra nel campo più generale dell’analisi ergonomica delle postazioni di lavoro, che comprende: l’attività svolta, gli strumenti utilizzati e l’ambiente di lavoro.

L’evoluzione della legislazione sul lavoro ai videoterminali parte dalla generale definizione di lavoro rischioso e va di pari passo ai cambiamenti tecnologici e della maggiore comprensione di tutti gli aspetti di rischio legati all’attività di questo tipo.

Potrebbe interessarti: smart working salute e sicurezza: D.Lgs. 81/2008 e L. 81/2017 cosa prevedono?

Corretta postura smart worker: cosa ci insegnano i video AiFOS di semplici esercizi?

Emanuele Angelo Toso, coach degli esercizi, sul sito AiFOS ha chiarito i motivi che sono alla base di una buona condotta posturale da parte del lavoratore, primo responsabile della propria salute:

“I lavoratori non devono sottovalutare le rachialgie che sono la prima causa di assenza dal lavoro e la spesa più importante nei paesi industrializzati. Quindi devono imparare le basiche buone norme comportamentali e gli esercizi di compenso, magari dagli stessi colleghi preparati nei nostri corsi pratici di ergonomia. Non prendeteli in giro quando ogni 30′ si prenderanno pochi secondi per eseguire esercizi di compenso per il loro rachide, ma prendete invece esempio da loro. Facciamo in modo di spezzare dei circoli viziosi e trasformarli positivamente in circoli virtuosi. 50 anni fa il 70% della popolazione lavorava in piedi ed il 30% seduta. Ora siamo esattamente nella condizione opposta e dato che non siamo stati ‘progettati’ per stare fermi seduti davanti ad una scrivania dobbiamo ricorrere ai ripari”.

Il programma delle video pillole gratuite di igiene vertebrale per la corretta postura smart worker è così strutturato:

  • introduzione
  • come stare seduti
  • scrivania ed esercizi
  • come scaricare la tensione
  • esercizi lordosi cervicale
  • esercizi per estendersi
  • grounding

Per saperne di più AiFOS.org

Ti consigliamo:

SMART WORKING E CORONA VIRUS

SMART WORKING E CORONA VIRUS

Massimiliano Matteucci, 2020, Maggioli Editore
Lo sviluppo delle nuove tecnologie e il processo di digitalizzazione, denominato Industria 4.0, che coinvolge l’attuale contesto economico e sociale, ha determinato necessariamente dei cambiamenti anche nel modo di concepire la prestazione lavorativa, ad oggi caratterizzata dalla...

10.30 € 9.27 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche