Contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020: misure anti Covid-19 luoghi di lavoro

Contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020: misure anti Covid-19 per i luoghi di lavoro

Contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020

Aggiornamento del 20 maggio 2020_Approvato il testo definitivo del Decreto Maggio chiamato Decreto Rilancio il 13 maggio 2020, pubblicato in Gazzetta il 19 maggio 2020. Il provvedimento inizialmente si componeva di 258 articoli per poi salire ai 266 articoli, raccoglie misure di sostegno per le imprese, le partite IVA e le famiglie.

La maxi manovra da 55 miliardi prevede anche contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020 per sostenere le imprese nell’attuazione delle misure anti Covid-19, predisposte con il protocollo sicurezza e successivo aggiornamento.

I contribuiti sicurezza Decreto Rilancio 2020, sono promossi dall’INAIL e destinati alle imprese, anche individuali, iscritte al Registro delle imprese o all’Albo delle imprese artigiane ed alle imprese sociali di cui al decreto legislativo 3 luglio 2017 n. 112, come modificato dal decreto legislativo 20 luglio 2018 n. 95.

Vediamo nello specifico di cosa si tratta e quali sono le iniziative anti Covid-19 per i luoghi di lavoro promosse.

Leggi anche: Rimborso spese DPI Covid-19: Invitalia promuove “impresa sicura”

Contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020: quali interventi rientrano?

Al finanziamento degli interventi messi in atto per la riduzione del rischio da contagio Covid-19 sui luoghi di lavoro, sono destinate le risorse già disponibili e relative al bando ISI 2019 ed allo stanziamento 2020 per il finanziamento dei progetti di cui all’articolo 11, comma 5, del decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, per un importo complessivo di 403 milioni di euro.

Al fine di attuare tali interventi, l’INAIL provvede a trasferire ad Invitalia S.p.A. le risorse sopra citate per l’erogazione dei contributi alle imprese, sulla base degli indirizzi specifici formulati dall’Istituto.

Gli interventi soggetti ai contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020, sono:

  • a) apparecchiature e attrezzature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori, compresi i relativi costi di installazione;
  • b) dispositivi elettronici e sensoristica per il distanziamento dei lavoratori;
  • c) apparecchiature per l’isolamento o il distanziamento dei lavoratori rispetto agli utenti esterni e rispetto agli addetti di aziende terze fornitrici di beni e servizi;
  • d) dispositivi per la sanificazione dei luoghi di lavoro; sistemi e strumentazione per il controllo degli accessi nei luoghi di lavoro utili a rilevare gli indicatori di un possibile stato di contagio;
  • e) dispositivi ed altri strumenti di protezione individuale.

Gli interventi sono incompatibili con gli altri benefici, anche di natura fiscale, aventi ad oggetto stessi costi ammissibili. Il Decreto Rilancio 2020 specifica che è stato revocato il bando di finanziamento ISI 2019, già pubblicato nella GURI, parte prima, serie generale n.297 del 19 dicembre 2019.

Potrebbe interessarti: Protocollo sicurezza luoghi di lavoro Coronavirus: aggiornamento per la fase due

Contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020: quali sono gli importi massimi erogabili?

I contributi sicurezza Decreto Rilancio 2020 per la realizzazione degli interventi, finalizzati alla riduzione del rischio da contagio Covid-19 sui luoghi di lavoro, sono concessi conformemente a quanto previsto nella Comunicazione della Commissione europea (2020/C 91 I/01) “Quadro temporaneo per le misure di aiuto di Stato a sostegno dell’economia nell’attuale emergenza del Covid-19″, modificata e integrata dalla Comunicazione della Commissione del 3 aprile 2020-C (2020) 2215-final.

L’importo massimo concedibile è:

  • 15 mila euro per le imprese fino a 9 dipendenti
  • 50 mila euro per le imprese da 10 a 50 dipendenti
  • 100 mila euro per le imprese con più di 50 dipendenti

I contributi sono concessi con procedura automatica, ai sensi dell’articolo 4 del decreto legislativo 31 marzo 1998, n. 123.

Leggi anche: Credito d’imposta adeguamento ambienti di lavoro, sanificazione e DPI nel DL Rilancio

Scarica il testo completo del Decreto Rilancio pdf

Ti consigliamo l’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020

con esempi pratici e procedure di sicurezza in relazione al settore (uffici, imprese commerciali e turistiche, pubblici esercizi, stabilimenti balneari, trasporti e scuole)

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore
L’e-book, aggiornato al DPCM 17 maggio 2020, si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di sicurezza che...

19,90 € 15,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *