Conto Termico, aspetti normativi, tecnici e calcolo incentivi

Aspetti normativi, aspetti tecnici e calcolo degli incentivi ottenibili con il Conto Termico: dal decreto 28 dicembre 2012 alle regole applicative del GSE. Si intitola così l’incontro organizzato dall’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Avellino in programma per venerdì 28 giugno presso la sede di Contrada Valle Mecca (scarica il programma del seminario sul Conto Termico).

 

L’incontro vuole essere un focus specifico sulle opportunità professionali per gli ingegneri liberi professionisti conseguenti alla pubblicazione del decreto e sulle possibilità di cumulo con eventuali incentivi comunitari e locali offerte dal Conto Termico e recentemente analizzate anche dall’ing. Orazio Notarfrancesco sulle pagine del quotidiano online per professionisti tecnici Ediltecnico.it con l’intervento dal titolo Conto Termico, quali opportunità per i professionisti tecnici?

 

Saranno illustrati gli interventi incentivati per le pubbliche amministrazioni con esempi esplicativi, gli interventi incentivati per pubbliche amministrazioni e soggetti privati, anche in questo caso con esempi applicativi e quesiti dei partecipanti.

 

In occasione del seminario, verrà presentato il volume Guida al nuovo conto termico di Massimo Scuderi, Maggioli editore 2013.


Gli argomenti trattati nel seminario sul Conto Termico

– Ambiti di applicazione.

– Soggetti che possono fare richiesta degli incentivi.

– Tipologie di interventi incentivabili.

– Spese ammissibili.

– Entità e durata dell’incentivo.

– Modalità di accesso all’incentivo.

– I contenuti della scheda-domanda di incentivo e modalità di accettazione dell’incentivo.

– Cumulabilità con altri incentivi comunitari, statali, regionali e comunali.

– Adempimenti a carico del GSE.

– Adempimenti a carico dell’ENEA (Unità Tecnica per l’Efficienza Energetica dell’ENEA).

– Adempimenti a carico del soggetto responsabile (soggetto che ha sostenuto le spese).

– Adempimenti a carico dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas.

– Monitoraggio e relazioni.

– Diagnosi e certificazione energetica e costi massimi delle prestazioni professionali incentivabili.

– Misure di accompagnamento.

– I costi dell’incentivazione per i beneficiari.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico