Conto Energia 2011, Aper chiede chiarezza

Conto Energia 2011, Aper chiede chiarezza

L’Associazione dei produttori di energia da fonti rinnovabili (Aper) si è stancata del continuo susseguirsi di voci e indiscrezioni sui possibili contenuti del Conto Energia.

In una nota l’associazione, che riunisce oltre 440 imprese operanti nel settore delle energie rinnovabili, chiede un gesto di trasparenza e chiarezza al Ministero dello sviluppo economico: essere al più presto consultati su una proposta ministeriale ufficiale di revisione del sistema incentivante in Conto Energia che possa garantire la continuità e la sostenibilità dello sviluppo della generazione fotovoltaica nazionale.

Recentemente l’Aper, insieme alle principali associazioni di categoria del fotovoltaico (GIFI e Assosolare) aveva presentato al Governo una proposta comune per la revisione del Conto Energia 2011 (leggi articolo). Gli operatori del settore, infatti, temono l’incertezza della situazione e il protrarsi del silenzio del Ministero e le voci sui contenuti rischiano di creare inquietudine tra gli investitori con serio pregiudizio per lo sviluppo del fotovoltaico in Italia.

È necessario – dichiara il presidente Aper, Roberto Longo – che le istituzioni escano finalmente allo scoperto facendo chiarezza per ristabilire in maniera referenziata una comunicazione chiara e non fuorviante da cui emergano anche i vantaggi ambientali ed economici della crescita delle rinnovabili che sono alla base della volontà, condivisa a livello europeo, di promuoverne lo sviluppo”.

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche