Conferma della Detrazione 55%. Presentato un Dossier al Governo Monti

Perché confermare le detrazioni fiscali del 55% per interventi di riqualificazione energetica degli edifici? Cerca di dare una risposta a questa domanda il dossier Conferma delle detrazioni fiscali del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici: una opportunità per lo sviluppo economico, preparato dalle associazioni rappresentative del comparto dell’involucro edilizio (Assovetro, Centro di Informazione sul Pvc, FederlegnoArredo e Uncsaal) e rivolto al Governo, ai progettisti, agli operatori del comparto e alla pubblica opinione.

 

È tornata infatti prepotentemente al centro del dibattito la proposta di prorogare le detrazioni del 55% oltre il 31 dicembre 2011. I commentatori e gli operatori del settore, infatti, si aspettavano nella Legge di Stabilità una norma ad hoc, che avrebbe prorogato i termini per chiedere gli incentivi fiscali anche se rimodulati al ribasso (leggi anche Efficienza Energetica, la Detrazione 55% rimodulata del Decreto Sviluppo).

 

L’assenza nella legge di qualsiasi riferimento alle detrazioni fiscali ha creato parecchie preoccupazioni tra gli addetti ai lavori, innescando anche una ‘polemica’ tra chi la ritiene necessaria e chi, come l’Aniem, l’ha etichettata come una norma che non aiuterebbe a risolvere la crisi edilizia (leggi anche Proroga Detrazione 55%. Per Aniem non si risolve così la crisi dell’edilizia).

 

Negli ultimi giorni, dopo le dichiarazioni del Ministro Clini sulla proposta di estendere la validità delle detrazioni fiscali per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici oltre la scadenza naturale del 31 dicembre 2011, magari tramite l’inserimento di un comma specifico nel ‘classico’ Milleproroghe di fine anno, le associazioni del comparto dell’involucro edilizio hanno ribadito la convinzione che le detrazioni rappresentino un’opportunità e non un costo per il Sistema Paese (leggi anche Legge Stabilità e Detrazione 55%, la Speranza è l’Ultima a Morire).

 

In questo quadro, Assovetro, Centro di Informazione sul Pvc, FederlegnoArredo e Uncsaal, hanno allora redatto e veicolato al Presidente del Consiglio e Ministro dell’Economia e Finanze Mario Monti, al Ministro dello Sviluppo Economico, Infrastrutture e Trasporti Corrado Passera e al Ministro dell’Ambiente Corrado Clini il dossier dove chiedono con forza al Governo una decisione chiara in merito agli incentivi per il comparto serramenti e una strutturalizzazione di medio periodo a sostegno della riqualificazione energetica degli edifici.

 

Il dossier, diviso in tre parti, affronta l’impatto economico indotto dai primi cinque anni di applicazione del 55%, i suoi riflessi come misura efficace per risparmiare energia e ridurre emissione di CO2, le conseguenze economiche di una mancata conferma o di un depotenziamento del 55% per il mercato italiano dell’involucro edilizio e si conclude con le richieste argomentate per la conferma di un 55% efficace, strutturale e ampliato nella sua base di beneficiari.

 

Conferma delle detrazioni fiscali del 55% per gli interventi di riqualificazione energetica degli edifici: una opportunità per lo sviluppo economico


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico