Concorso 12 ingegneri - architetti. Il Comune di Genova assume

Concorso 12 ingegneri – architetti. Il Comune di Genova assume

Concorso 12 ingegneri - architetti

Il concorso 12 ingegneri – architetti, bandito dal Comune di Genova, è finalizzato all’assunzione di Funzionari Servizi Tecnici – categoria D – con posizione economica D.1. All’interno del bando vengono definite due graduatorie che meglio indicano il numero dei posti messi a concorso e chi interessano:

A) per n. 2 laureati in ingegneria meccanica;

B) per n. 10 laureati in ingegneria edile – architettura o ingegneria civile o ingegneria edile o architettura.

Il Comune di Genova ricerca figure chiamate ad esercitare un importante ruolo di presidio di attività e funzioni in un contesto fortemente caratterizzato dalla crescente domanda di servizi, accompagnata dalla progressiva contrazione delle risorse pubbliche.

La figura ricercata, parteciperà concretamente al raggiungimento degli obiettivi e dei risultati, analizzando le problematiche emergenti nella realtà lavorativa, proponendo ai propri superiori soluzioni migliorative e/o innovative.

Sono richieste doti di interazione con i colleghi ed altre strutture dell’Ente, con i cittadini e gli interlocutori esterni. Completa la descrizione del ruolo la capacità di supportare efficacemente i propri collaboratori attraverso un’adeguata attività di coordinamento nell’ambito della propria struttura.

Le attività svolte, potranno prevedere la direzione di unità operative ed il coordinamento di altri lavoratori con responsabilità non solo dei risultati delle attività direttamente eseguite, ma anche di quelle del personale eventualmente coordinato.

Quali sono i requisiti richiesti per il concorso 12 ingegneri – architetti?

Per poter essere ammessi alla selezione del concorso 12 ingegneri – architetti, è necessario possedere l’abilitazione all’esercizio della professione e nello specifico di ciascuna graduatoria, sono richiesti:

per la graduatoria A) per n. 2 posti, il diploma di laurea in ingegneria meccanica conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99, o corrispondente laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento – secondo l’equiparazione di cui al Decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 09.07.2009);

per la graduatoria B) per n. 10 posti, il diploma di laurea in ingegneria edile – architettura, oppure diploma di laurea in ingegneria civile, oppure diploma di laurea in ingegneria edile, oppure, diploma di laurea in architettura, conseguito con l’ordinamento di studi previgente al D.M. n. 509/99, o corrispondente laurea specialistica/magistrale (nuovo ordinamento – secondo l’equiparazione di cui al Decreto del ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca del 09.07.2009).

Dove e come presentare la domanda di ammissione?

La modalità di presentazione delle domande, è di tipo telematico e va eseguita agli apposti indirizzi web dedicati alla Graduatoria A) ed alla Graduatoria B). All’interno della domanda, dovranno essere indicate le generalità e dichiarato il possesso di tutti i requisiti specifici per l’ammissione alla selezione.

La domanda, una volta redatta, dovrà essere stampata ed esibita il giorno fissato per l’eventuale preselezione o prova scritta. La data di scadenza, entro il quale presentare la domanda è indicata al 7 gennaio 2019.

Modalità, tempi e programma delle prove d’esame

Per ciascuna graduatoria, potrà essere prevista una prova preselettiva che consisterà in un questionario a risposta multipla che potrà avere ad oggetto le materie delle prove scritte oppure delle prove scritte unitamente a test logico-matematici oppure solo test logico-matematici.

Le prove d’esame del concorso 12 ingegneri-architetti, prevedono due prove scritte ed una prova orale. Le prove scritte, potranno consistere nella redazione di un elaborato, di un progetto, nella formazione di schemi di uno o più atti amministrativi o tecnici oppure da più quesiti a risposta multipla con risposte già predefinite o da quesiti a risposta sintetica.

L’eventuale prova preselettiva della graduatoria A) si terrà in data 17 gennaio 2019 e le due prove scritte si terranno il giorno 24 gennaio 2019. Nel caso in cui la prova preselettiva non venisse effettuata, le due prove scritte si terranno il giorno 24 gennaio 2019.  L’eventuale prova preselettiva della graduatoria B) si terrà in data 17 gennaio 2019 e le due prove scritte si terranno il giorno 25 gennaio 2019. Nel caso in cui la prova preselettiva non venisse effettuata, le due prove scritte si terranno il giorno 25 gennaio 2019.

In data 14 gennaio 2019 per entrambe le graduatorie sarà pubblicata sul sito internet dell’ente comunicazione di conferma circa l’espletamento della prova preselettiva o delle prove scritte nelle data di cui sopra con indicazione del luogo ed ora di espletamento.

Le prove scritte per la graduatoria A) – Ingegneria meccanica – verteranno sui seguenti argomenti:

normativa vigente in materia di appalti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, contabilità dei lavori pubblici, computi metrici estimativi, analisi dei prezzi, problematiche relative alla progettazione, alla manutenzione, all’adeguamento e al recupero di impianti meccanici, idrici e termotecnici, compresi quelli aeraulici, su edifici esistenti o di nuova realizzazione, di interesse comunale, normativa in materia di risparmio energetico, normativa in materia di sicurezza antincendio, elementi di legislazione edilizia e urbanistica, elementi di legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro (D. Lgs n. 81/2008).

Le prove scritte per la graduatoria B) – Ingegneria edile – architettura o ingegneria civile o ingegneria edile o architettura – verteranno sui seguenti argomenti:

normativa vigente in materia di appalti pubblici relativi a lavori, servizi e forniture, contabilità dei lavori pubblici, computi metrici estimativi, analisi dei prezzi, tecnologia dei materiali e delle costruzioni, norme Tecniche sulle Costruzioni, costruzioni in cemento armato e metalliche, problematiche relative alla manutenzione, all’adeguamento e al recupero di edifici esistenti nonché alla progettazione di edifici pubblici di interesse comunale, principi e tecnologie di monitoraggio e diagnosi delle strutture, interpretazione di quadri fessurativi e dissesti, consolidamento delle strutture, elementi di geotecnica, elementi di costruzioni idrauliche e marittime, normativa in materia di installazione e segnalazione di cantieri stradali: D.M. 10/07/2002, Codice della Strada (D.Lgs. n. 285/1992) e relativo regolamento di esecuzione ed attuazione (D.P.R. n.495/1992), Direttiva Ministero LL.PP. del 24.10.2000, elementi normativi in materia di abbattimento delle barriere architettoniche, elementi di legislazione edilizia e urbanistica, elementi di legislazione in materia di sicurezza e salute nei luoghi di lavoro (D.Lgs n. 81/2008) con particolare riferimento alla sicurezza nei cantieri temporanei o mobili.

Consulta il bando

Per la preparazione al concorso 12 ingegneri – architetti, consigliamo:

Il concorso per istruttore e istruttore direttivo

Il concorso per istruttore e istruttore direttivo


Stefano Bertuzzi , 2018, Maggioli Editore

Una guida chiara, esauriente e aggiornata per i partecipanti ai con- corsi indetti dagli Enti locali per la copertura del ruolo di Istruttore e Istruttore direttivo nell’Area Tecnica. Il volume riassume, infatti, tutti gli argomenti oggetto della fase selettiva scritta e orale previsti dai...


39,00 € 33,15 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *