Concorsi tecnici Banca d’Italia. Pubblicato il diario della prova scritta

Concorsi tecnici Banca d’Italia. Pubblicato il diario della prova scritta

Concorsi tecnici banca d

Il diario della prova scritta dei concorsi tecnici Banca d’Italia banditi per sette assunzioni dal profilo tecnico, per l’attività di progettazione, ristrutturazione e manutenzione del patrimonio immobiliare della Banca d’Italia, è stato pubblicato in Gazzetta, con indicazioni sulle prove scritte che assieme alle prove orali interessano tutti i profili.

Il bando dei concorsi pubblici era stato pubblicato lo scorso 23 aprile 2019.

Ad essere ricercate erano le 7 figure dai sottoelencati profili:

A – n. 2 laureati (Esperti – profilo tecnico) con esperienza nel campo della progettazione architettonica, restauro e direzione lavori;

B – n. 1 laureato (Esperto – profilo tecnico) con esperienza nel campo dell’ingegneria edile e direzione lavori;

C – n. 2 laureati (Esperti – profilo tecnico) con esperienza nel campo della progettazione di impianti meccanici e direzione lavori;

D – n. 1 diplomato (Assistente – profilo tecnico) con esperienza nel campo edile;

E – n. 1 diplomato (Assistente – profilo tecnico) con esperienza nel campo dell’impiantistica meccanica.

Concorsi tecnici Banca d’Italia. Quante domande sono pervenute?

Il bando dei concorsi tecnici Banca d’Italia ha fatto maturare speranze per un impiego presso l’organizzazione che svolge compiti di vigilanza bancaria e finanziaria, in particolare al Servizio Immobili di Roma o Frascati (Centro Donato Menichella).

Il Servizio Immobili, come specificato sul sito istituzionale, gestisce sotto i profili tecnico e amministrativo, le proprietà immobiliari della Banca e, su delibera del Consiglio superiore, quelle di altri enti la cui attività si ricollega alla Banca. Programma gli interventi sugli immobili, ne cura la progettazione e la realizzazione, sovrintende alla loro esecuzione, è responsabile del controllo amministrativo e della regolarità del collaudo.

Inoltre, cura gli acquisti, la valorizzazione e le vendite di immobili e gestisce le locazioni attive e passive e provvede all’approvvigionamento di beni e servizi di utilità generale per la Banca. Sovrintende alle attività di sicurezza anticrimine e gestisce quelle a protezione di Strutture dell’Amministrazione Centrale.

A candidarsi ai sette posti, banditi a concorso, sono stati in totale 2.439 tecnici ed il numero di domande di partecipazione presentate in base al profilo sono state:

A – n. 2 laureati (Esperti – profilo tecnico) n. 1.410;

B – n. 1 laureato (Esperto – profilo tecnico) n. 671;

C – n. 2 laureati (Esperti -profilo tecnico) n. 100;

D – n. 1 diplomato (Assistente – profilo tecnico) n. 222;

E – n. 1 diplomato (Assistente – profilo tecnico) n. 36.

Quando sono previste le prove e quali strumenti sono consentiti?

Nel diario della prova scritta relativa ai Concorsi tecnici Banca d’Italia sono state fornite le informazioni sulle date e sull’organizzazione delle prove. Le date già fissate interessano i soli diplomati. Vediamo nel dettaglio cosa è programmato per ciascun profilo.

Per i tre profili esperti A, B, C al momento non si hanno informazioni sulla data e sul luogo di svolgimento della prova scritta dei quali verrà data notizia con avviso nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana – 4ª Serie speciale «Concorsi ed esami» – di uno dei martedì o venerdì del mese di luglio 2019;

Per i profili D ed E, la prova scritta si svolgerà il giorno 25 giugno 2019 con convocazione alle ore 10.00 presso i locali dell’Hotel Ergife, via Aurelia, 619 – Roma.

I nominativi dei candidati ammessi alla prova scritta sono disponibili sul sito istituzionale della Banca d’Italia. Viene chiarito nel bando che l’ammissione alla prova avviene con la più ampia riserva circa l’effettivo possesso dei requisiti che il giorno della prova, all’atto dell’identificazione, i candidati saranno chiamati a confermare secondo quanto dichiarato nella domanda di partecipazione mediante sottoscrizione di un’apposita dichiarazione.

Per quanto riguarda il carattere organizzativo della prova, ad essere ammesso è l’uso di penne a inchiostro blu o nero, calcolatrici non programmabili e dei materiali eventualmente messi a disposizione dalla Banca d’Italia.

A non essere consentito è l’utilizzo di testi, appunti, o altri strumenti di ausilio quali, ad esempio, personal computer, tablet, smartphone, smartwatch, e dispositivi assimilabili. Inoltre, non sarà consentito l’uso di vocabolari di lingua italiana.

PER LA PREPARAZIONE AL CONCORSO SI CONSIGLIA:

Il concorso per istruttore e istruttore direttivo

Il concorso per istruttore e istruttore direttivo


Stefano Bertuzzi , 2018, Maggioli Editore

Una guida chiara, esauriente e aggiornata per i partecipanti ai con- corsi indetti dagli Enti locali per la copertura del ruolo di Istruttore e Istruttore direttivo nell’Area Tecnica. Il volume riassume, infatti, tutti gli argomenti oggetto della fase selettiva scritta e orale previsti dai...


39,00 € 33,15 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *