Concorsi ingegneri Torino: ecco i bandi che richiedono la laurea in ingegneria

Concorsi ingegneri Torino: ecco i bandi che richiedono la laurea in ingegneria

Sono stati pubblicati in Gazzetta i 15 bandi emessi dalla città metropolitana di Torino che intende avviare le procedure selettive (prova preselettiva nel caso in cui il numero domande sia pari o superiore a 100, prova scritta e prova orale) per l’assunzione a tempo determinato e pieno tramite Contratti di Formazione Lavoro per 12 mesi per specifici profili.

In merito alle nuove disposizioni previste dal DPCM del 3 novembre, va precisato che il blocco concorsi interessa esclusivamente lo sviluppo delle prove preselettive e scritte (previste in modalità non telematica) mentre è confermato lo svolgimento delle procedure concorsuali ed è quindi possibile procedere all’effettuazione delle prove orali nei procedimenti già avviati.

In totale ad essere ricercati sono 25 unità dai profili vari e per 10 di questi è richiesta la laurea in ingegneria.

Vediamo nel dettaglio quali sono i bandi pubblicati in Gazzetta il 10 novembre 2020 la cui domanda di partecipazione dovrà essere presentata entro le ore 24 del 10 dicembre 2020.

Leggi anche: Monitoraggio equo compenso: le modalità operative

I bandi dedicati agli ingegneri

I bandi concorsi ingegneri Torino, per i quali è richiesta la laurea in ingegneria, interessano 10 profili appartenenti alla categoria D e posizione economica D1. Ecco quali sono:

> 2 unità di personale con il profilo professionale di ingegnere

Titoli richiesti

  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alla classe 28/S;
  • ingegneria civile Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alla classe LM-23;
  • ingegneria civile Lauree secondo il Vecchio Ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

> 2 unità di personale con il profilo professionale di istruttore direttivo tecnico (ambito ambientale)

Titoli richiesti

  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alle classi: 08 Ingegneria civile e ambientale; 21 Scienze e tecnologie chimiche; 27 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura;
  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alle classi: L-7 Ingegneria civile e ambientale; L-27 Scienze e tecnologie chimiche; L-32 Scienze e tecnologie per l’ambiente e la natura;
  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alle classi: 27/S Ingegneria chimica; 38/S Ingegneria per l’ambiente e il territorio; 62/S Scienze chimiche; 81/S Scienze e tecnologie della chimica industriale;
  • Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alle classi: LM-22 Ingegneria chimica; LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio; LM-54 Scienze chimiche; LM-71 Scienze e tecnologie della chimica industriale;
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

> 2 unità di personale con il profilo professionale di istruttore direttivo tecnico (ambito edilizia)

Titoli richiesti

  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alle classi: 04 Scienze dell’architettura e dell’ingegneria edile; 07 Urbanistica e scienze della pianificazione territoriale e ambientale; 41 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali; 08 Ingegneria civile e ambientale;
  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alle classi: L-17 Scienze dell’architettura; L-21 Scienze della pianificazione territoriale, urbanistica, paesaggistica e ambientale; L-23 Scienze e tecniche dell’edilizia; L-43 Tecnologie per la conservazione e il restauro dei beni culturali; L-7 Ingegneria civile e ambientale;
  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alle classi: 4/S Architettura e ingegneria edile; 10/S Conservazione dei beni architettonici e ambientali; 28/S Ingegneria civile; 54/S Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
  • Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alle classi: LM-4 Architettura e ingegneria edile-architettura; LM-10 Conservazione dei beni architettonici e ambientali; LM-23 Ingegneria civile; LM-24 Ingegneria dei sistemi edilizi; LM-48 Pianificazione territoriale urbanistica e ambientale;
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

> 1 unità di personale con il profilo professionale di istruttore direttivo tecnico (ambito impianti elettrici)

Titoli richiesti

  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alla classe: 31/S Ingegneria elettrica;
  • Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alla classe: LM-28 Ingegneria elettrica;
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

> 2 unità di personale con il profilo professionale di istruttore direttivo tecnico (ambito viabilità)

Titoli richiesti

  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alle classi: 28/S Ingegneria civile; 38/S Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
  • Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alle classi: LM-23 Ingegneria civile; LM-35 Ingegneria per l’ambiente e il territorio;
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.

> 1 unità di personale con il profilo professionale di istruttore direttivo tecnico (ambito azioni integrate enti locali)

Titoli richiesti

  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alla classe: 08 Ingegneria civile e ambientale;
  • Laurea (L) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alla classe: L-7 Ingegneria civile e ambientale;
  • Laurea Specialistica (LS) di cui all’ordinamento D.M. 509/99 appartenente alla classe: 28/S Ingegneria civile;
  • Laurea Magistrale (LM) di cui all’ordinamento D.M. 270/04 appartenente alla classe: LM-23 Ingegneria civile;
  • Lauree secondo il vecchio ordinamento equiparate alle nuove classi di lauree sopra indicate ai sensi del decreto interministeriale 9 luglio 2009 e successive modifiche ed integrazioni.   

Dal profilo tecnico (ambito edilizie e ambientale) sono inoltre ricercati:

  • 1 unità di personale con il profilo professionale di architetto;
  • 1 unità di personale con il profilo professionale di perito industriale (ambito ambientale).

Leggi l’articolo su LeggiOggi per conoscere tutti i 25 profili ricercati

Come presentare la domanda?

La domanda di partecipazione dovrà essere redatta utilizzando unicamente la procedura accessibile dal sito dell’Ente cliccando sul link della compilazione della domanda online della selezione pubblica interessata, con le seguenti modalità:

  • FASE 1 – registrazione al sito internet – collegarsi all’indirizzo Internet ed inserire i dati richiesti. Il programma invierà una e-mail (non pec) di conferma registrazione e di verifica dell’indirizzo di posta elettronica inserito nell’area del Portale.
  • FASE 2 – iscrizione al concorso pubblico – accedere alla pagina di iscrizione con le proprie credenziali per la compilazione della domanda di partecipazione. A seguito della presentazione della domanda, il sistema invierà al candidato una e-mail di conferma.
  • FASE 3 – compilazione della sezione curricolare – solo al termine della compilazione della domanda, il candidato potrà accedere nuovamente alla propria area per la compilazione della Sezione Curricolare, necessaria per la valutazione dei titoli previsti. La sezione sarà modificabile fino al termine previsto per la presentazione della domanda.

Per ulteriori informazioni consulta il sito istuzionale della Città metropolitana di Torino.

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche