Competenze ingegneri e architetti? Come stanno le cose in materia viaria

Competenze ingegneri e architetti? Come stanno le cose in materia viaria

Avevamo già parlato della questione competenze ingegneri e architetti in materia di progettazione delle opere viarie e realizzazione di rotatorie stradali in questo articolo dove abbiamo raccontato l’epilogo della sentenza n.170/2020 del TAR Lazio del 25 maggio 2020

Ma come stanno le cose? Il CNI fa il punto della situazione in seguito alla pubblicazione della circolare n. 92 del CNAPPC del 27 luglio 2020, riepilogando i fatti e chiarendo come si stanno evolvendo le cose.

Va ricordato che il Consiglio Nazionale Ingegneri ha comunicato la notizia agli Ordini provinciali dell’avvenuta pubblicazione della sentenza del TAR Lazio con la circolare CNI 23/06/2020 n.581, riportando i contenuti della pronuncia in questione dove il giudice amministrativo di primo grado ribadiva l’esclusiva competenza dei professionisti Ingegneri.

Vediamo come si è evoluta la situazione.

Competenze ingegneri e architetti: confronto CNAPPC e CNI 

Successivamente alla pubblicazione della sentenza, il Comune di Supino (Frosinone) ha proposto ricorso in appello al Consiglio di Stato.

Il Consiglio di Stato, in sede cautelare, ha accolto la domanda di sospensione dell’efficacia della sentenza di primo grado, presentata in via incidentale dal Comune di Supino, tramite l’ordinanza cautelare n.4133/2020.

In seguito, il CNAPPC ha divulgato la circolare n. 92 del 27/07/2020 in cui si sostiene, tra le altre cose, che il Consiglio di Stato abbia ritenuto “non fondata” la sentenza del Tar 170/2020.

Il CNI ha effettuato brevi precisazioni sotto il profilo giuridico, riguardo una serie di affermazioni imprecise contenute nella circolare del CNAPPC, dichiarando: “costituisce affermazione inesatta in punto di diritto, allo stato degli atti, quella secondo la quale il Consiglio di Stato, nell’occasione, “ha già ritenuto non essere fondata” la sentenza del Tar Lazio n.170/2020.  Come noto, infatti, il giudizio cautelare, per sua natura, ha carattere provvisorio e interinale e giunge all’esito di una delibazione sommaria e non di merito (si parla, appunto, di fumus boni iuris, ovvero di una semplice parvenza e verosimiglianza della ragione spettante in capo a una delle due parti in causa)”.

In CNI ritiene, inoltre: “tecnicamente inesatto e fuorviante far passare una mera ordinanza cautelare come un giudizio definitivo e la sospensione della sentenza del Tar Lazio come una (ipotesi ben diversa) pronuncia di illegittimità e non fondatezza della medesima decisione di primo grado (e questo, si badi bene, a prescindere dall’esito del futuro giudizio di merito, trattandosi – nel caso delle espressioni utilizzate dal CNAPPC – di giudizi espressi rebus sic stantibus e dunque allo stato degli attuali atti)”.

Leggi anche: Spese tecniche superbonus. Ingegneri e architetti di Torino: senza anticipo non si lavora!

Il CNI ribadisce: Ingegneri unici legittimati

In attesa della prossima udienza prevista per il 12 novembre 2020, il CNI ribadisce che in ogni caso il responso non influenzerà il consolidato assetto delle competenze ingegneri e architetti, che vede i professionisti Ingegneri unici legittimati alla progettazione di infrastrutture viarie, che non siano strettamente connesse ad un fabbricato (Consiglio di Stato, sez. V, n. 5012/2019 – sul quale v. la circolare CNI 17/09/2019 n.423 – ; Cons. Stato, sez. IV, n.2938/2000; Cons. Stato, sez. V, n.416/1998; Cons. Stato, sez. IV, n.92/1990; TAR Campania, Napoli, n.1023/2017; TAR Lazio, Latina, n.608/2013; TAR Puglia, Lecce, n.1270/2013, ecc.).

In attesa del risultato il Consiglio Nazionale precisa che continuerà con determinazione nella propria azione volta a realizzare un sistema di relazioni tra le diverse Professioni Tecniche basato sul preventivo confronto, anche vivace sulla moderazione dei toni e sul rispetto del principio di leale collaborazione istituzionale.

Ti consigliamo l’ultima novità editoriale:

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% – Libro

Guida tecnica per il super sismabonus e il super ecobonus 110% – Libro

Andrea Barocci, Sergio Pesaresi (a cura di), 2020
Questa guida si configura come un vero e proprio prontuario di riferimento per i tecnici, chiamati a studiare e ad applicare, per la propria committenza, gli interventi di miglioramento strutturale antisismico e di efficientamento energetico degli edifici nell’ambito delle agevolazioni...

20.00 € 18.00 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche