Competenze in materia di viabilità, i geometri sono esclusi

Un ente locale delibera di conferire a personale esterno un incarico di collaborazione autonoma per la ricognizione e la classificazione della viabilità di pubblico interesse nel proprio territorio nonché a definizione della loro importanza dal punto di vista funzionale, storico e paesaggistico; a tal fine, pubblica un avviso il quale limita la partecipazione ai soli laureati in ingegneria, architettura, agraria o equipollenti, con esclusione dei geometri.

 

Il collegio provinciale dei geometri: impugna l’avviso ritenendo l’esclusione dei geometri lesiva della competenza di tale categoria professionale in quanto l’art. 16, comma primo, lett. b] del r.d. 274/1929 riconosce le competenze dei geometri in tema di ricognizione della viabilità in relazione alle “operazioni di tracciamento di strade poderali e consorziali ed inoltre, quando abbiano tenue importanza, di strade ordinarie”.

 

La tesi del collegio dei geometri è infondata, come ricordato recentemente dalla giurisprudenza nella sent. n. 1890 del 22 novembre 2012 del T.A.R. Toscana, sez. I.

 

Le determinazione con cui le pubbliche amministrazioni stabiliscono i criteri per selezionare i collaboratori costituisce manifestazione di ampia discrezionalità rientrante nel merito amministrativo, e possono quindi essere sindacate solo in caso di errore manifesto o manifesta irragionevolezza.

 

Nel caso di specie non si rilevano tali vizi nella decisione di limitare l’accesso alla procedura in esame ai soli laureati escludendo, tra l’altro, la categoria dei geometri poiché l’oggetto della gara è più ampio di quanto previsto dall’art. 16, r.d. 11 febbraio 1929, n. 274 che regolamenta l’esercizio di tale professione.

 

Per quanto qui interessa, le competenze dei geometri in tema di ricognizione della viabilità sono limitate alle “operazioni di tracciamento di strade poderali e consorziali ed inoltre, quando abbiano tenue importanza, di strade ordinarie…” (art. 16, comma primo, lett. b] r.d. 274/1929). Dalla competenza dei geometri esulano anche alcune delle attività richieste per l’incarico in questione, come le verifiche sulle condizioni di manutenzione e transitabilità delle strade nonché delle preclusioni al traffico esistenti, e la definizione della loro importanza dal punto di vista funzionale, storico e paesaggistico.

 

Conseguentemente, tenuto conto che l’oggetto dell’incarico da affidare è più ampio rispetto alle competenze legislativamente stabilite per la categoria dei geometri, è logico che essi ne siano stati esclusi. Per la medesima considerazione, non si può neanche ipotizzare una limitazione all’esercizio libero professionale del mestiere di geometra.

 

Per completezza ricordiamo due sentenze recenti che hanno verificato la competenza/incompetenza del geometra nel settore della viabilità: – nella sent. n. 2537 del 28 aprile 2011 del Consiglio di Stato, sez. V, è stata esclusa la competenza del geometra in merito ad una strada provinciale la cui progettazione aveva ad oggetto, inter alios, indagini geognostiche e di prospezione, l’allargamento della carreggiata, le opere di risanamento e consolidamento dei terreni residuati di una roggia, nonché la realizzazione di nove ponti in cemento armato anche precompresso;

 

– al contrario, nella sent. n. 2016/2004 del T.A.R. Campania, sez. I Salerno, i giudici hanno riconosciuto la competenza del geometra per la progettazione di una strada con lunghezza di circa km 5 che seguiva per la maggior parte un tracciato già esistente e percorribile in auto, tracciato che in alcuni tratti era in terra battuto ed in altri risultava asfaltato, con il ripristino e l’ampliamento della carreggiata stradale da un minimo di m. 5,50 ad un massimo di m. 7,50 oltre le banchine laterali di m. 0,75 con l’introduzione di muri di controripa e di sottoscarpa, in assenza di previsioni progettuali di ponti, gallerie e grossi muri di sostegno e senza l’utilizzo di opere in cemento armato.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico