Cedimento delle fondazioni. Il progettista risponde in solido con l’appaltatore

Il progettista di un edificio, le cui fondazioni hanno ceduto a causa delle particolari caratteristiche geologiche del suolo, è tenuto a rispondere in solido con l’appaltatore per il vizio dell’opera. A sancirlo è la seconda sezione civile della Corte di Cassazione con la sentenza n. 30953 del 30 dicembre 2011. La Suprema Corte specifica che la responsabilità del professionista è concorrente con quella dell’appaltatore dell’opera, se il cedimento delle fondamenta dipende da una progettazione non adeguata alle caratteristiche geologiche del terreno.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico