Carla Cappiello nuovo presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Roma, l’intervista esclusiva

Le elezioni per il rinnovo dell’Ordine degli Ingegneri di Roma, il più numeroso in Italia, si sono concluse e finalmente possiamo dare un nome al presidente vincitore e alla sua squadra, che guideranno gli ingegneri capitolini per il periodo 2013-2017. Si tratta dell’ing. Carla Cappiello, che proprio Ingegneri.cc ha intervistato alla vigilia dell’apertura delle urne.

 

Ora, prima presidente donna degli ingegneri della capitale e della sua vastissima provincia, abbiamo raggiunto la neo eletta per farle qualche domanda a caldo.

 

Ingegneri. Presidente Cappiello, lei è la prima donna a governare l’Ordine degli Ingegneri di Roma, come si sente?
Carla Cappiello. Una donna alla Presidenza dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, il più grande d’Italia con i suoi 23.000 iscritti, rappresenta una svolta epocale.
Mi sento orgogliosa,  perché la mia elezione è la realizzazione di un processo di “pari opportunità”.
All’ingegnere moderno viene richiesto di unire “la ragione con il sentimento”. Il nostro ruolo è posto da una parte al servizio della tutela dei valori collettivi e dall’altra alla risoluzione dei problemi concreti. Dobbiamo essere degli ottimi tecnici e possedere anche conoscenze e attitudini in campo giuridico, economico, sociologico e psicologico.

 

E chi meglio di una donna, che per cultura e tradizione, agisce con concretezza e sensibilità, può  far scaturire una amalgama professionale perfetta?
Le donne, con il loro operato, forniscono un contributo prezioso alla costruzione di una struttura economica e politica più ricca di efficienza e di umanità. Elementi questi, che caratterizzeranno tutto il mio mandato.

 

Ingegneri. Quale sarà la sua priorità una volta insediata come presidente?
Carla Cappiello. La mia priorità è fare e fare bene! I tempi complessi in cui viviamo, ci devono portare a essere il più concreti possibile nel cercare soluzioni e aprire a nuove strade.
Il mio principale obiettivo, come da “programma elettorale”, è portare l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma all’eccellenza. Quindi riordinerò l’Ordine rendendolo una struttura moderna con più attenzione dedicata a: un rapporto più intenso con il CNI, la riforma delle professioni, i giovani, le donne, la vasta provincia romana, la formazione, l’uso delle nuove tecnologie, il terzo settore… Insomma, abbiamo davanti una strada molto lunga da percorrere, ma con pazienza e lungimiranza, ce la faremo.

 

Ingegneri. Vuole dire qualcosa agli ingegneri che sono stati suoi avversari durante la competizione elettorale? E a tutti gli ingegneri di Roma iscritti all’ordine?
Carla Cappiello. Il mio motto per tutta la campagna è stato Se si vince, si vince insieme! Ed è quello che penso. Non è più il tempo di parlare di avversari. Il periodo elettorale è terminato. Siamo tutti ingegneri e l’Ordine deve rappresentare il bene comune da tutelare. Invito i miei colleghi ad agire sempre con equilibrio. Serve, infatti, il supporto e la collaborazione di tutti per un Ordine che sia davvero vicino ai suoi iscritti e al passo con i tempi.

 

Intervista a cura di Mauro Ferrarini


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico