Biosensori e innovazione: ecco i vari utilizzi possibili in materia

Biosensori e innovazione

Mercato dei biosensori, una frontiera in espansione, un settore da analizzare e comprendere: continua crescita delle applicazioni e diffusione dello sviluppo dei dispositivi in nuovi settori sono due elementi centrali nel percorso di espansione di tale segmento di mercato. Con conseguente crescita delle entrate anno dopo anno: il panorama globale dei biosensori ha assistito ogni anno all’ingresso di numerosi operatori, di cui nessuno è ancora uscito dal mercato.

Una recente analisi di Frost & Sullivan, intitolata “Analysis of the Global Biosensors Market”, rileva che il mercato ha prodotto entrate per 11,53 miliardi di dollari nel 2014 e stima che tale cifra raddoppierà, raggiungendo quota 28,78 miliardi di dollari nel 2021. Sebbene l’innovazione abbia facilitato la diffusione dei biosensori in diversi mercati, attualmente i segmenti con il maggior numero di applicazioni sono quello della sanità e della rilevazione di agenti patogeni nel cibo.

“Ora che salute e benessere stanno diventando una priorità per tutti i partecipanti alla catena di valore (individui, governi, istituzioni sanitarie, produttori di dispositivi diagnostici, integratori di sistemi, comunità medica e compagnie di assicurazione) i biosensori stanno guadagnando sempre più importanza – spiega Rajender Thusu, Industry Principal di Frost & Sullivan -, ad esempio, le severe norme sulla sicurezza alimentare applicate dai governi per migliorare la salute dei consumatori richiedono l’utilizzo di biosensori per il monitoraggio della conformità.”

Secondo queste normative, carni, latte e latticini devono essere testati per verificare l’assenza di diversi agenti patogeni prima di poter essere trasformati e resi disponibili per il consumo. Insieme alla tendenza crescente ad effettuare test sulle verdure fresche e sugli alimenti trasformati per verificare la presenza di agenti patogeni, queste norme stanno favorendo la diffusione di kit confezionati “ad hoc” per i test.

In ulteriore istanza, l’utilizzo di biosensori si sta estendendo a diversi mercati di utenti finali. Se da una parte le agenzie di sicurezza utilizzano i biosensori per individuare droghe, sostanze proibite ed esplosivi, i biosensori rappresentano anche un prezioso strumento per monitorare la salute dei soldati in ambito militare e della difesa.

“Diverse aziende stanno investendo in ricerca e sviluppo per innovare e migliorare la tecnologia dei biosensori, renderla altamente sensibile e sviluppare piattaforme tecnologiche per ridurre sensibilmente i tempi di rilevamento, – prosegue Thusu -, considerando che il lungo ciclo di sviluppo dei dispositivi che utilizzano biosensori rappresenta un’ulteriore sfida, i produttori stanno cercando di affrontare il problema impiegando tecnologie sia ottiche sia non ottiche. I dispositivi di rilevamento rapido con biosensori sono attualmente molto richiesti per svariate applicazioni.”


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico