Assicurazione ingegnere: alcuni consigli utili da seguire

Assicurazione ingegnere: alcuni consigli utili

Assicurazione

Al pari di altri professionisti anche per gli ingegneri corre l’obbligo di sottoscrivere un’assicurazione di responsabilità civile, una copertura adeguata “per i danni derivanti al cliente dall’esercizio dell’attività professionale”.

Conseguenza diretta della riforma delle professioni, prevista dal  D.P.R. n. 137 del 14 agosto 2012, l’obbligo di dotarsi di una polizza Rc professionale coinvolge tutti coloro che risultano iscritti ad un albo o ordine professionale e quindi ingegneri, psicologi, avvocati, notai, farmacisti ed altri ancora.

Assicurazione professionale ingegneri: valutiamo gli aspetti primari

Per scegliere l’assicurazione giusta è necessario valutare aspetti quali la copertura del danno, le sanzioni, i costi e tutta una serie di indicazioni generali.

L’obbligo prevede che la polizza risulti già attiva nel momento stesso in cui il professionista accetta un nuovo incarico.

Al contempo il cliente deve essere debitamente informato sui termini della polizza e quindi deve conoscere massimali, rischi coperti e scoperti, franchigie e tutti i dettagli che rivelano l’estensione della copertura assicurativa.

Grazie ad un polizza Rc l’ingegnere gode di una copertura nel caso di danni colposamente e personalmente provocati nell’esercizio dell’attività professionale, ma è protetto anche laddove si macchi di errori, omissioni, negligenza professionale e responsabilità contrattuale causati a terzi, soprattutto a danno dei clienti.

La sottoscrizione di una polizza coinvolge gli iscritti all’Ordine degli ingegneri che esercitano effettivamente l’attività libero-professionale.

Non hanno obblighi infatti gli ingegneri che esercitano alle dipendenze di un’azienda privata e non firmano progetti, o quei professionisti che svolgono la professione esclusivamente all’interno di una pubblica amministrazione.

Per disporre di un prodotto adeguato alle reali necessità vale la pena effettuare un’attenta ricerca, scegliendo di farsi aiutare dagli esperti di settore.

Polizza ingegneri quali danni copre

Una Rc professionale ingegneri adeguata deve essere in grado di coprire tutta una serie di danni a partire da quelli materiali diretti a quelli che producono perdite patrimoniali.

Il prodotto perfetto include anche danni che sono la conseguenza di:

  • responsabilità civile contrattuale,
  • colpa grave e lieve,
  • colpe dei dipendenti o collaboratori,
  • violazioni della privacy,
  • perdita di documenti,
  • direzione dello studio,
  • sanzioni fiscali assegnate ai clienti per errori o omissioni del professionista,
  • costi e spese legali,
  • diffamazione e ingiuria.

Qualche consiglio prima della sottoscrizione

Prima di sottoscrivere una polizza è determinante valutare tutte le garanzie presenti nel contratto.

Va bene scegliere una polizza conveniente ma se lo è troppo rischia di offrire garanzie ridotte e non coprire i tanti rischi a cui è soggetta la professione.

Fra le condizioni è bene che sia presente a chiare lettere la clausola per colpa grave, la sola in grado di coprire danni per negligenza, imperizia, imprudenza o violazione delle leggi, dei regolamenti e delle norme stabilite dalla professione.

Un consiglio importante è quello di garantirsi una franchigia adeguata per evitare l’esborso di cifre consistenti, atte a riparare e risarcire il danno provocato dal professionista.

Anche in termini di massimale è bene verificare che la polizza copra danni di diversa tipologia.

Infine merita attenzione la valutazione della clausola di retroattività, e la garanzia postuma per coperture precedenti o successive alla cessazione dell’attività.

Prima di sottoscrivere un’assicurazione professionale per gli ingegneri visita Comparasemplice.it, potrai fruire di ottime opportunità, ma soprattutto trovare il prodotto adeguato alle necessità, una polizza di qualità ad un prezzo conveniente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *