Appalti di lavori ferroviari: A.I.FERR. presenta i nodi critici a R.F.I.

Appalti di lavori ferroviari: A.I.FERR. presenta i nodi critici a R.F.I.

Dalle tariffe applicate alla programmazione dei lavori: l’associazione delle imprese ferroviarie presenta tutte le criticità ai vertici di R.F.I..

Prosegue serrato il confronto tra A.I.FERR., la giovane associazione nata lo scorso anno che raccoglie gli operatori del settore dei lavori ferroviari, e i vertici di Rete Ferroviaria Italiana (R.F.I.), per trovare una soluzione condivisa ad alcuni nodi critici sul tema degli appalti ferroviari.

Dopo una serie di incontri avvenuti durante l’estate, con i quali si è iniziato un percorso di confronto costruttivo per la risoluzione dei problemi sollevati, A.I.FERR. ha riproposto con forza le difficoltà ancora sul tavolo con l’obiettivo di sciogliere le questioni restanti.

In evidenza il tema delle tariffe

Le imprese associate ad A.I.FERR. lamentano una eccessiva discrezionalità da parte della committenza (che nel caso dei lavori sulle infrastrutture ferroviarie è, ovviamente, R.F.I.) nell’attribuire le tariffe ai diversi sistemi esistenti. In sostanza, la voce di costo per un medesimo intervento cambia in funzione del fatto che questo sia classificato sotto la categoria “manutenzione ordinaria” o “manutenzione straordinaria”.

“È chiaro che l’applicazione discrezionale di un sistema tariffario più basso rispetto ad un altro per lo stesso tipo di lavoro comporta un danno per il soggetto appaltatore”, chiosa Marco Nani, presidente A.I.FERR..

Altro motivo di doglianza, che sarà tema di confronto tra imprese ed ente appaltante, sono i prezzi applicati da R.F.I. che, lamenta A.I.FERR., “sono indebitamente gli stessi su tutto il territorio nazionale (mentre stazioni appaltanti regionali, provinciali e comunali utilizzano correttamente prezzari su base regionale); da una comparazione tra le tariffe R.F.I.  e i prezzari regionali emerge che le prime sono sensibilmente inferiori rispetto ai secondi”.

Punto caldo anche gli oneri della sicurezza

Il Testo Unico in materia di salute e sicurezza sul lavoro prevede che le amministrazioni appaltanti, relativamente agli oneri per le misure di sicurezza e salute dei lavoratori, effettuino una stima congrua ed analitica, per voci singole. “In più di un’occasione, invece – spiega Nani – i nostri associati hanno rilevato come R.F.I.  esegua una stima degli oneri in maniera forfettaria, fissa e inamovibile”.

Notevole disagio è stato anche espresso dalle imprese nel rilevare la scarsità e l’inadeguatezza dei corsi di abilitazione che R.F.I. chiede obbligatoriamente al personale degli appaltatori. Oltre a essere “pochi”, questi corsi forniscono “una formazione teorica e pratica insufficiente e non proporzionata rispetto ai relativi costi”, si legge in una nota A.I.FERR..

Nell’ambito dell’Offerta Economicamente Più Vantaggiosa, inoltre, le imprese chiedono a R.F.I. di introdurre dei criteri premiali per i soggetti che dispongono di attrezzature di ultima generazione, nuove e di proprietà, specifiche per le lavorazioni ferroviarie “a dimostrazione dell’interesse permanente e stabile ad eseguire i lavori e, quindi, a garanzia del risultato per il committente”, spiega Marco Nani; in particolare, si ritiene quantomai necessario ed indispensabile che l’elemento premiale costituito dal possesso e dal possibile impiego del by-bridge ferroviario o bimodale venga sempre valutato positivamente da ciascuno dei disciplinari di gara che saranno previsti e via via pubblicati.

Insomma, diversi sono i punti di confronto ancora sul tavolo, che richiedono al più presto una soluzione. Nel frattempo, gli incontri proseguono; ne daremo notizia con tempestività su queste pagine.

a cura di Mauro Ferrarini

Ti consigliamo:

Le concessioni di infrastrutture nel settore dei trasporti

Le concessioni di infrastrutture nel settore dei trasporti

AA.VV., 2020, Maggioli Editore
Il Rapporto 2019 si incentra sulle analisi della vasta problematica delle concessioni infrastrutturali nei trasporti – aeroportuali, autostradali, ferroviarie e portuali – e delle relative subconcessioni. È una materia di grande complessità e delicatezza...

34.00 € 30.60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche