Antincendio Covid-19: dal CNI aggiornamento sulle scadenze

Antincendio Covid-19: dal CNI aggiornamento sulle scadenze

La circolare del CNI n. 624 del 30 ottobre 2020 conferma la decadenza di tutte le proroghe in materia di sicurezza antincendio, in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020, il 31 ottobre 2020 comprese le scadenze dei quinquenni di riferimento per l’aggiornamento obbligatorio dei professionisti antincendio iscritti negli elenchi del Ministero dell’Interno (art. 16 del D.Lgs. 139/2006 e s.m.i.).

Inoltre, la circolare precisa che è prevista la proroga dei termini per l’adeguamento antincendio degli edifici di civile abitazione al decreto del Ministro dell’interno 25 gennaio 2019.

Vediamo nel dettaglio di cosa si tratta.

Leggi anche: Metodologia per l’ingegneria della sicurezza antincendio: fasi e documentazione

Decadono le proroghe scadenze tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020

Con l’art. 103, comma 2 delle Legge 24 aprile 2020 n. 27, tutti i certificati, attestati, permessi, concessioni, autorizzazioni, segnalazioni certificate di inizio attività, attestazioni di rinnovo periodico di conformità antincendio e atti abilitativi comunque denominati, in scadenza tra il 31 gennaio e il 31 luglio 2020, venivano definiti validi per i novanta giorni successivi alla dichiarazione di cessazione dello stato di emergenza.

Erano soggette a proroga anche le scadenze dei quinquenni di riferimento per l’aggiornamento obbligatorio dei professionisti antincendio iscritti negli elenchi del Ministero dell’Interno (art. 16 del D.Lgs. 139/2006 e s.m.i.).

Tuttavia all’allegato 1 del decreto-legge 30 luglio 2020, n. 83 (Misure urgenti connesse con la scadenza della dichiarazione di emergenza epidemiologica da COVID-19 deliberata il 31 gennaio 2020) è prevista la proroga al 15 ottobre 2020 dei soli termini di cui all’articolo 1, comma 1, del decreto-legge 25 marzo 2020, n. 19, all’articolo 3, comma 1, del decreto-legge 16 maggio 2020 nonché di alcuni termini correlati con lo stato di emergenza epidemiologica da COVID-19, ma non viene citato l’art. 103 del decreto-legge 17 marzo 2020, n. 18.

Pertanto il CNI, a seguito di nota di chiarimento da parte del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco, precisa che quanto indicato all’art.103 non può beneficiare della previsione di ulteriore proroga al 15 ottobre 2020.

Potrebbe interessarti: Formazione antincendio: cosa prevede l’accordo stato regioni per gli addetti?

Antincendio Covid-19: si alla proroga termini adeguamento antincendio edifici di civile abitazione

Valida invece la proroga dei termini per l’adeguamento antincendio degli edifici di civile abitazione.

Il termine per l’attuazione delle misure stabilite dall’articolo 3, comma 1, lettera b, del decreto del Ministro dell’interno 25 gennaio 2019 è prorogato di 6 mesi dal termine dello stato di emergenza.

Pertanto le scadenze per gli adeguamenti degli edifici di civile abitazione sono:

  • al 6 maggio 2021 per l’installazione, ove prevista, degli impianti di segnalazione manuale di allarme incendio e dei sistemi di allarme vocale di emergenza (scadenza non prorogata);
  • al 31 luglio 2021 per i rimanenti adempimenti.

La riformulazione dei termini è stata prevista in Gazzetta Ufficiale n. 253 del 13 ottobre 2020 con la pubblicazione della legge 13 ottobre 2020, n. 126 di conversione del decreto-legge 14 agosto 2020, n. 104. Nel dettaglio è l’articolo 63-bis che regola la proroga dei termini per l’adeguamento antincendio degli edifici di civile abitazione.

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.