Agevolazione beni strumentali materiali. Quali professionisti possono usufruirne?

Agevolazione beni strumentali materiali. Quali professionisti possono usufruirne?

Agevolazione beni strumentali materiali

Una nuova stampante? Un nuovo tavolo? Se l’intenzione è quella di dare una rinnovata e migliorare le condizioni del vostro ufficio e/o della vostra attività, professionisti forfettari è il momento giusto!

Ciò è possibile perchè, con la legge di bilancio 2020, l’agevolazione beni strumentali materiali si trasforma da bonus sull’ammortamento ad un credito d’imposta, quindi è correlata al costo del bene e non al processo di ammortamento.

Rientrano tra i soggetti beneficiari dell’agevolazione beni strumentali materiali, introdotta dalla manovra 2020, anche i professionisti con flat tax (ovvero coloro che percepiscono compensi o ricavi fino a 65 mila euro e soggetti ad una tassazione con aliquota al 15%).

Dell’agevolazione potranno beneficiarne i professionisti forfettari, utilizzando un credito del 6% in detrazione di imposte e contributi dovuti, inseriti nel modello F 24.

L’uso della congiunzione “anche” è necessario perché i professionisti con flat tax, che fino ad ora sono stati esclusi da agevolazioni, si aggiungono alla categoria di professionisti che determinano il reddito con regime normale semplificato o ordinario e che continueranno ad usufruire del credito.

L’applicazione del credito d’imposta ai professionisti è prevista dall’articolo 1 comma 194 della legge di Bilancio 2020 che cita:

“Il credito d’imposta di cui al comma 188 si applica alle stesse condizioni e negli stessi limiti anche agli investimenti effettuati dagli esercenti arti e professioni.”

Ma andiamo per gradi e vediamo nel dettaglio cosa prevede l’agevolazione beni strumentali materiali.

Non perderti: Autocertificazione crediti 2019 ingegneri. Quali sono i termini per il riconoscimento?

Cosa è cambiato con la legge di bilancio 2020?

Come sopra accennato con la legge di bilancio 2020, l’agevolazione beni strumentali materiali subisce una trasformazione. Si passa così, dal superammortamento (bonus sull’ammortamento applicabile fino al 2019) al nuovo credito di imposta (dal 1° gennaio 2020).

Mentre il superammortamento consentiva un incremento figurativo del costo del bene (40% fino al 2017 e poi 30% dal 2018) con maggiore risparmio Irpef, il credito d’imposta del 6% rappresenta uno sconto dalle imposte dovute, motivo per il quale è applicabile anche ai forfettari che risultavano esclusi dal superammortamento.

Tuttavia questa novità risulterà meno vantaggiosa per coloro che sono in regime ordinario rispetto ai benefici che comportava il superammortamento.

L’agevolazione consiste in un credito d’imposta del 6% calcolato sul costo di acquisto del bene stesso, che non può andare oltre i due milioni di euro. Resta il dubbio se ad essere agevolati siano anche i professionisti che abbiano effettuato acquisti entro il 30 giugno 2021, pagati con un acconto del 20% entro il 2020.

Leggi anche: Professionisti e legge di bilancio 2020. Quali sono le novità?

Agevolazione beni strumentali materiali. Cosa è possibile acquistare?

L’agevolazione è applicabile sull’acquisto di beni strumentali materiali e nuovi. I beni strumentali sono quei beni che vengono utilizzati dal professionista in modo durevole per lo svolgimento della propria attività; nello specifico si tratta di apparecchiature, attrezzi e strumenti propri dell’attività.

Nello specifico ad essere soggetti ad agevolazione sono i beni con un coefficiente di ammortamento superiore al 6,5%.

Tuttavia è necessario fare una distinzione tra beni strumentali materiali e immateriali perché di fatto l’agevolazione interessa quelli strumentali materiali che possono tradursi ad esempio in pc, stampanti e arredi.

E l’acquisto di software è soggetto ad agevolazione beni strumentali materiali? La risposta è negativa perché essendo beni immateriali, non sono agevolabili, neppure se si tratta di beni immateriali altamente tecnologici ed ammessi al regime del credito d’imposta del 15% per le imprese.

Il discorso cambia, qualora il software sia integrato nel pc, quindi acquistato con il bene materiale, è agevolabile perché inscindibile dal bene materiale.

È, inoltre, necessario che il bene sia localizzato in Italia.

Quali sono i beni esclusi dall’agevolazione beni strumentali materiali? I beni che non rientrano sono:

  • mezzi di trasporto;
  • fabbricati e costruzioni;
  • software non indispensabili al funzionamento del pc;
  • beni materiali e immateriali rientranti nel programma Industria 4.0 (Allegati A e B della Legge 232/2016).

I software per l’edilizia, l’ingegneria e l’architettura rientrano nell’agevolazione?

Pare pertanto che ad essere esclusi siano anche i software per l’edilizia, l’ingegneria e l’architettura dedicati ad esempio alla progettazione, al calcolo strutturale, alle certificazioni energetiche, ovvero gli indispensabili strumenti per lo svolgimento della professione tecnica. Un’aspetto da non poco conto che paradossalmente risulta secondario non essendo stato contemplato nell’agevolazione.

Fondamentale è la conservazione di tutta la documentazione, affinché possa essere dimostrato l’avvenuto acquisto e possa essere applicata la giusta agevolazione beni strumentali materiali. L’assenza di specifica documentazione può comportare la revoca del beneficio.

Per saperne di più consulta i commi da 184 a 194 della Legge di Bilancio>> Scarica la legge di bilancio 2020 pdf

Ti consigliamo:

Bonus Facciate e Agevolazioni Fiscali 2020 in Edilizia (Ebook)

Bonus Facciate e Agevolazioni Fiscali 2020 in Edilizia (Ebook)


Lisa De Simone , 2019, Maggioli Editore

Esordisce dal 1° gennaio 2020 il nuovo Bonus Facciate che garantisce un super sconto fiscale del 90% per il miglioramento e l’abbellimento delle facciate degli edifici. Nella Manovra Finanziaria 2020 (legge 27 dicembre 2019, n. 160, pubblicata in Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30...


12,90 € 11,61 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *