Aeronautica, spazio e industria 4.0. Il DAC per i prodotti industriali del domani

Aeronautica, spazio e industria 4.0. Il DAC per i prodotti industriali del domani

DAC

Il 5 giugno 2019 alle ore 11.00 presso “Spazio Campania” a Milano, in Piazza Fontana, a parlare di produzioni aeronautiche e industria 4.0, ci sarà il DAC – Distretto Tecnologico Aerospaziale della Campania S.c.a.r.l. costituito il 30 maggio 2012 nell’ambito del Programma Operativo Nazionale “Ricerca e Competitività” e presieduto da Luigi Carrino.

L’evento “Scambi tecnologici e sviluppo di business, un ponte a due vie tra Campania e Lombardia” rappresenta un’opportunità per conoscere, la produzione aeronautica sviluppata dal Distretto DAC nell’era dell’industria 4.0.

Le innovazioni e le tecnologie esclusive sviluppate presso il DAC rappresentano un’ assoluta eccellenza e nel sistema economico della Regione Campania, la filiera produttiva aerospaziale riveste un ruolo primario e rappresentando un elemento di sviluppo del territorio sia a livello industriale sia a livello tecnologico-scientifico finalizzato al contesto produttivo.

La Campania, in tale settore, secondo lo studio condotto da SRM (Studi e Ricerche per il Mezzogiorno) nel 2011, risulta essere la seconda regione d’Italia dietro la Lombardia (quest’anno si stima un volume di fatturato pari a 1,6 miliardi) e la prima per numero di dipendenti: ben 8.404 questi ultimi, contro gli 8.217 della Lombardia.  La Campania da sola esprime una quota di mercato del 22%, giusto di due punti percentuali inferiore alla Regione Lombardia.

Come nasce il DAC?

Per la Campania, la nascita del DAC rappresenta un’azione verso la realizzazione e la gestione di un modello industriale a rete che garantisca la progettazione di soluzioni competitive da presentare ai mercati sia a livello nazionale sia internazionale con l’obiettivo di consolidare ed integrare le realtà industriali del territorio quali aviazione commerciale, aviazione generale, spazio e vettori, manutenzione e trasformazione.

Nel DAC sono coinvolti 154 attori per un fatturato complessivo di 9,8 miliardi di euro: 12 grandi imprese (tra cui Leonardo, MBDA, Magnaghi Aeronautica, Atitech, DEMA, Telespazio, ALA, I.D.S.), 12 centri di ricerca (tra cui CIRA, CNR, ENEA, Formit e le 5 Università campane con corsi di ingegneria) e 130 PMI (molte delle quali raggruppate in 8 consorzi). Il Consorzio ha un capitale sociale costituito per il 66,44% da capitale privato e 33,56% da capitale pubblico.

 Il DAC comprende soggetti che operano nei settori della Ricerca, Sviluppo e Formazione per l’Aerospazio divisi in quattro aree settoriali:

  • aviazione commerciale_ per lo sviluppo di metodologie e tecnologie abilitanti per la progettazione e realizzazione del nuovo velivolo regionale;
  • aviazione generale_ per lo sviluppo di tecniche di fabbricazione ed assemblaggio di velivoli leggeri per la Business & General Aviation (B&G Aviation);
  • spazio e i vettori_ per la progettazione e lo sviluppo di piattaforme spaziali come i micro satelliti e tutte le tecnologie duali legate a vettori ed a sistemi per la logistica e le comunicazioni.

Il DAC persegue tutti i suoi obiettivi in un’ottica meta-distrettuale. È uno dei soci fondatori del Cluster Tecnologico Nazionale dell’Aerospazio (CTNA).

Ha implementato, inoltre, importanti azioni per assicurare il suo coinvolgimento nelle più prestigiose piattaforme aerospaziali nazionali ed internazionali, quali: l’ACARE Italia, la Piattaforma Spazio SPIN-it, il network European Aerospace Cluster Partnership (EACP). Nel 2016 il DAC ha ottenuto il certificato di eccellenza “Bronze Label” dall’European Secretariat for Cluster Analysis (ESCA), agenzia incaricata dalla Commissione europea di valutare la qualità e le performance dei distretti tecnologici su scala continentale. Il DAC è attualmente l’unico distretto italiano a godere di questa qualifica.

Potrebbe interessarti: Smart road e guida autonoma. Dopo il sì del MIT parte la sperimentazione

Aeronautica, spazio e industria 4.0. Perché non perdere l’evento?

L’evento, che si svolgerà presso Spazio Campania, sede istituzionale della Regione Campania e Unioncamere Campania nella città di Milano, rappresenta un momento per sviluppare opportunità di business, mediante il confronto con gli imprenditori del settore aeronautico campano con i quali sarà possibile discutere di potenziali sviluppi industriali congiunti e scambi tecnologici.

Nel corso dell’incontro saranno presenti, con prototipi e demo, alcune delle aziende di punta del Distretto Aerospaziale della Campania, che daranno vita a un vero e proprio viaggio attraverso soluzioni tecnologiche futuristiche e d’avanguardia come GEVEN con gli interiors di nuova generazione, il CONSORZIO ALI che esporrà un mockup del satellite IRENE, insieme a quello del satellite ARES di OMPM.

Ci sarà anche ABETE con la pedaliera dell’aeromobile ATR, METITALIA e il radome di ATR in composito, la DEMA con un modello di avionic door, TECHNO SYSTEM DEVELOPMENTS e la videocamera e unità data handling per l’osservazione della Terra, infine PROTOM con la realtà virtuale su manutenzioni aeronautiche.

Uno stimolante appuntamento che permetterà di entrare nel futuro dell’esplorazione aerospaziale, attraverso una rassegna incomparabile di talento italiano e campano.

Ti consigliamo:

Industria 4.0

Industria 4.0


Autori Vari , 2018, Maggioli Editore

Il manuale apre una riflessione approfondita sul Piano Nazionale Industria 4.0. Non si tratta, com’è evidente, di un intervento definitivo, ma l’inizio di un percorso critico che si fonda su di un dato incontrovertibile: stiamo vivendo la quarta rivoluzione industriale, che sarà, anche...


24,00 € 19,20 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *