Adeguamento sismico: tra normativa e competenza tecnica

Gli eventi sismici avvenuti negli ultimi mesi hanno riportato all’attenzione dell’opinione pubblica il tema della sicurezza degli edifici in caso di terremoto. La complessità della materia, nonostante le indicazioni delle NTC 2008, rende difficile la scelta di strategie da mettere in atto per concepire e realizzare progetti di adeguamento sismico in grado di garantire la sicurezza. L’esperienza e la competenza dei tecnici e dei professionisti diventa, quindi, fondamentale per indirizzare le scelte di intervento sul fabbricato in funzione degli obiettivi da conseguire.

 

Se l’obiettivo da raggiungere è la tutela della sicurezza delle persone che vivono nell’edificio è fondamentale prevedere tutti gli effetti di un terremoto, analizzando nel dettaglio sia gli elementi strutturali che non strutturali. Pertanto possono essere intraprese due strade diverse.

 

La strada della sicurezza

La prima è quella di rilevare e disinnescare le vulnerabilità che compromettono la sicurezza. Per vulnerabilità si intende qualsiasi difetto o degrado che oltre a ridurre la durabilità della struttura costituisce un punto debole nell’insieme strutturale e non strutturale dell’edificio. Questo approccio consente l’esecuzione di interventi circoscritti e mirati a disinnescare nel breve periodo situazioni di pericolo.

 

La strada della conoscenza

La strada alternativa è quella di migliorare il livello di conoscenza dell’edificio dal punto di vista prevalentemente strutturale al fine di eseguire un miglioramento o un adeguamento sismico conforme alla normativa. Le NTC in questo caso forniscono indicazioni precise riguardo ai Livelli di conoscenza da raggiungere (LC1, LC2 o LC3) per l’impostazione del fattore di confidenza del progetto. Attraverso un rilievo strutturale approfondito e indagini sui materiali è possibile ricostruire il modello tridimensionale e verificare l’insieme strutturale.

 

Tecnoindagini Srl, attraverso studi e ricerche sviluppate in collaborazione del Politecnico di Milano, è in grado di fornire la propria esperienza nell’esecuzione di indagini e rilievi sugli edifici ed affiancare i professionisti nell’impostazione delle prove da eseguire.

 

Per chi desidera disinnescare i pericoli strutturali e non strutturali, Tecnoindagini Srl propone dei Rilievi delle Vulnerabilità Sismiche  snelli e non invasivi. Per chi vuole, invece, verificare l’insieme strutturale, scelto il livello di conoscenza, Tecnoindagini Srl propone una serie di analisi in situ e prove di laboratorio, in grado di fornire ai professionisti un potente strumento di conoscenza della struttura e dei principali elementi che costituiscono l’edificio.

 

 

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico