WTC 2019: l’ingegneria incontra l’archeologia, l’architettura e l’arte

WTC 2019: l’ingegneria del sotterraneo incontra l’archeologia, l’architettura e l’arte

WTC 2019

Manca poco al WTC 2019 – World Tunnel Congress che si terrà a Napoli dal 3 al 9 maggio 2019 presso la Mostra d’Oltremare. Un evento promosso dalla Società Italiana Gallerie (SIG) e dall’International Tunnelling and Underground Space Association (ITA- AITES) che vede coinvolti esperti del settore, docenti e ricercatori universitari, professionisti, società di ingegneria, grandi committenze e rappresentanti delle principali società di costruzione del comparto.

La città partenopea, scelta per le sue peculiarità ingegneristiche, archeologiche, architettoniche ed artistiche, offre esempi di uso e valorizzazione del sottosuolo non solo storici, con i tunnel sotterranei dell’epoca greco-romana, ma anche moderne soluzioni tecniche adottate per la realizzazione delle stazioni della metro Toledo, Università e Garibaldi per le quali sono state utilizzate tecniche per la stabilità ed il controllo del flusso di acqua durante lo scavo delle piattaforme e dei passaggi delle gallerie, operazioni rese necessarie a causa della falda freatica che rende necessaria la valutazione del possibile afflusso di acqua nel caso di lavori in sotterraneo.

Le tecniche innovative adottate nella progettazione, hanno avuto carattere sperimentale, su larga scala; perciò, la costruzione della linea della metropolitana è stata accompagnata da un intenso programma di monitoraggio progettato per misurare e/o controllare i processi di costruzione e i loro effetti sulle strutture adiacenti, che, per estensione e completezza, rappresentavano un’occasione unica per raccogliere dati sul campo delle prestazioni di AGF.

Non unicamente tecnica a caratterizzare le stazioni Toledo, Università e Garibaldi che colpiscono per la loro bellezza artistica.

WTC 2019

Stazione metro Garibaldi Napoli

Le città scenario dell’internazionale WTC prima di Napoli, sono state Dubai (2018), Bergen (2017) e San Francisco (2016). Si tratta infatti di un evento che coinvolge tutte le nazioni che hanno contribuito all’invio dei 730 paper al Comitato Scientifico del World Tunnel Congress 2019: Giappone 52 testi, 44 dalla Francia e altrettanti dalla Cina, i lavori provenienti dall’Italia sono la maggioranza tuttavia contributi sono stati inviati anche da Stati Uniti, Australia e Iran.

Potrebbe interessarti: TBM -Tunnel Boring Machine. Catherine, Bertha e Federica: le talpe delle gallerie

Di cosa si parlerà al WTC 2019?

I 5 temi principali del Congresso WTC 2019 sono: ingegneria, innovazione, archeologia, architettura e arte. Tematiche che saranno approfondite scientificamente con l’obiettivo di fare il punto sullo stato dell’arte e sulle più recenti innovazioni del settore.

Il programma del WTC 2019 è organizzato in canali tematici e topic con sottocategorie specifiche, con l’obiettivo di fornire risposte mirate al target dei professionisti coinvolti. Tra gli argomenti in agenda:

  • archeologia;
  • architettura e arte nelle costruzioni sotterranee;
  • sostenibilità ambientale nelle costruzioni in sotterraneo;
  • innovazione nell’ingegneria, nei materiali e nei macchinari;
  • comunicazione pubblica e sicurezza;
  • tunnel urbani;
  • conoscenze geologiche e geotecniche e requisiti per l’implementazione dei progetti.

Spazio sarà dato alla digitalizzazione, in crescente rialzo nel settore. Paper descrivono dell’ingresso su vasta scala del BIM nel mondo del tunneling, ma anche di Big Data e in generale di progetti e processi legati ad una migliore gestione delle informazioni. Data l’importanza crescente dell’informatica per il settore, associazioni come l’ITA (International Tunnelling Association) e SIG (Società Italiana Gallerie) hanno scelto di tenere un corso specifico sull’engineering 4.0 nei giorni immediatamente precedenti al Congresso.

“Ampia partecipazione con paper dedicati alle nuove tecnologie, anche dei sistemi di monitoraggio e controllo, oltre che allo scavo meccanizzato e ai nuovi materiali. Nei testi arrivati dall’estero – ha commentato Daniele Peila, professore del Politecnico di Torino e membro dello Scientific Advisory Board del WTC2019   – abbiamo riscontrato un particolare interesse verso nuove tecnologie e materiali per il consolidamento dei terreni e degli ammassi rocciosi”.

Saranno oltre 150 i relatori e ad essere attesi sono circa 2 mila partecipanti provenienti da ogni parte del mondo perché il WTC 2019 rappresenta un’occasione di scambio, networking e aggiornamento.

Chi interverrà durante il WTC 2019?

L’apertura del WTC 2019 è prevista per lunedì 6 maggio 2019, con l’Opening Ceremony, tuttavia nelle giornate precedenti (dal 3 maggio al 5 maggio) sono previsti corsi tematici e gruppi di lavoro internazionali saranno in piena attività.

Sono programmate dal 6 all’ 8 maggio 2019 conferenze, seminari e workshop sul mondo della progettazione e delle costruzioni legate alle opere in galleria. Tra gli interventi di rilievo, sulla tecnica e progettazione del sotterraneo, sono previsti:

  • Georgios Anagnostou dell’Università ETH di Zurigo;
  • Raffaele ZurloKonrad Bergmeister e Mario Virano amministratori delle società di scopo che si occupano della realizzazione dei grandi trafori ferroviari alpini italiani;
  • Håkan Stille dalla Svezia;
  • Jamal Rostami dal Colorado, che parlerà di macchine di scavo per la costruzione di gallerie sulla luna;
  • Markus Thewes dalla Germania;
  • oltre a nomi noti tra i progettisti urbanisti del sottosuolo, tra cui Elisabeth Reynolds, Elsa Wifstrand, Dominique Perrault, Han Admiraal e Antonia Cornaro, che interverranno nella sessione dedicata ad archeologia, architettura, arte.

è previsto il rilascio di crediti formativi CFP?

La partecipazione all’evento prevede il rilascio di crediti CFP. Il Consiglio Nazionale degli Ingegneri ha deliberato:

  • 6 maggio 2019, n. 3 CFP per la sessione del pomeriggio;
  • 7 maggio 2019, n. 3 CFP per la sessione del pomeriggio;
  • 8 maggio 2019, n. 3 CFP per la sessione della mattina e n. 3 CFP per la sessione del pomeriggio.

Mentre il Consiglio Nazionale dei Geologi ha deliberato:

  • 6 maggio 2019, n. 3 CFP per la sessione del pomeriggio;
  • 7 maggio 2019, n. 4 CFP per la sessione del pomeriggio;
  • 8 maggio 2019, n. 4 CFP per la sessione della mattina e n. 3 CFP per la sessione del pomeriggio.

Il Consiglio Nazionale degli Architetti (al fine del riconoscimento dei CFP, gli iscritti dovranno autocertificare la partecipazione al congresso sulla piattafoma formativa iM@teria) ha deliberato:

  • 8 maggio 2019, 7 CFP per la sessione ITACUS presso il Teatro Mediterraneo del mattino e per le A.A.A.& sessioni ITACUS presso il Palazzo Serra di Cassano del pomeriggio ( PERCORSO 1);
  • 8 maggio 2019, 7 CFP per le A.A.A.& sessioni ITACUS presso il Palazzo Serra di Cassano del mattino e per la sessione ITACUS presso il Teatro Mediterraneo del pomeriggio ( PERCORSO 2).

L’assegnazione dei crediti ai partecipanti avviene dopo aver verificato il 100% della presenza.

La manifestazione è patrocinata dal Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, della Regione Campania e del Comune di Napoli.

Aderiscono al WTC 2019 anche le associazioni di categoria e ordini del settore, quali ANCE, OICE, Consiglio Nazionale dell’Ordine degli Ingegneri, Collegio Ingegneri Ferrovieri Italiani, Consiglio Nazionale degli Architetti Pianificatori Paesaggisti e Conservatori, il Consiglio Nazionale dei Geologi, l’Associazione Geotecnica Italiana e l’Associazione Georisorse e Ambiente.

Immagine di copertina stazione metro Toledo Napoli.

Consulta il programma

Ti consigliamo:

Guida essenziale alla direzione dei lavori

Guida essenziale alla direzione dei lavori


Marco Agliata , 2018, Maggioli Editore

Il percorso del nuovo codice degli appalti procede in modo discontinuo e resta spesso caratterizzato dalla mancata in- tegrazione dei vari provvedimenti attuativi con il testo del decreto legislativo 50/2016, con le Linee guida ANAC e i decreti emanati dai vari ministeri.Anche nella direzione...


56,00 € 47,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *