Una sosta a impatto zero

La stazione di servizio Total Arda Ovest di Fiorenzuola, sull’autostrada A1, è la prima area di servizio “ecoattiva” in Italia: grazie all’applicazione di circa 1.200 metri quadri di pittura fotocatalitica bianca prodotta da Global Engineering sulla pensilina e di pannelli fotovoltaici sulla struttura, permetterà la riduzione di circa 100 tonnellate di anidride carbonica, corrispondenti alle emissioni annue di 1.000.000 di autoveicoli, secondo i valori stimati dall’Università di Perugia. In questo modo la superficie così trattata compensa in pieno la anidride carbonica prodotta dal traffico in transito, rendendo l’area a Impatto Zero.

La stazione di servizio è stata trattata con prodotti fotocatalizzatori dotati della tecnologia PPS® (Proactive Photocatalytic System) che abbattono gli inquinanti dell’aria (monossido di carbonio, biossido di azoto, biossido di zolfo, benzene, particolato fine, voc e altri) attraverso il processo della fotocatalisi, che si attiva grazie all’azione combinata della luce, solare o artificiale, e dell’aria. Dopo una fase sperimentale di test sull’area di Servizio Total di Mulazzano (MI), i cui risultati sono stati estremamente positivi, si è dato il via a questo progetto che in futuro si estenderà anche ad altre stazioni.

L’iniziativa è stata realizzata grazie alla partnership tra Total, multinazionale del settore petrolio e gas, Global Engineering, azienda milanese leader nella produzione della tecnologia di prodotti ecoattivi fotocatalitici, e l’Università di Perugia, con il dipartimento di Fisica Tecnica Industriale e il Centro nazionale di Ricerca sulle Biomasse. Con questo ambizioso progetto Arda Ovest diventa un punto di riferimento nei piani di Total, da sempre sensibile alle tematiche legate all’ambiente e all’ecosostenibilità. Total diventa pioniere in Italia di un nuovo modo di realizzare stazioni di servizio ecoattive.

Una soluzione in grado di dare un contributo significativo al problema del riscaldamento globale è migliorare l’albedo medio della Terra, aumentando la quantità di energia che, provenendo dal sole, è riflessa dalla Terra stessa e quindi non contribuisce al suo riscaldamento.
La semplice applicazione di pitture e asfalti foto catalitici, realizzati cioè con tecniche e materiali non solo ecosostenibili, ma anche in grado di giovare all’ambiente, consente di assorbire le sostanze inquinanti e abbattere del 50% le emissioni.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico