Telecontrollo e gestione di edifici pubblici e privati. Il Sistema SimpleLife

Per il controllo dei consumi energetici negli edifici, la Umpi ha sviluppato e brevettato un nuovo sistema in cui multimedialità, videosorveglianza e controllo del sistema di allarme si integrano con la rete wireless. Il tutto si riassume nell’installazione di un semplice dispositivo che è stato battezzato SimpleLife.

Il Sistema SimpleLife si pone l’obiettivo di creare una “Città Intelligente”, un luogo che si evolve verso una forte integrazione di tutte le dimensioni dello stesso: umano, collettivo e intelligenza artificiale. Si tratta di un tema che sempre più spesso entra nel dibattito culturale e tecnologico: basti pensare alla Città sotterranea: Ecocity 2020 di cui ci ha parlato la nostra Roberta Lazzari poche settimane fa o, ancora, al progetto di Masdar City, selezionato recentemente per il WT Award 2011 (Le innovazioni candidate al WT Award 2011)
Non a caso sta diventando un vero e proprio punto di riferimento il volume Le città intelligenti, curato dalla Art Valley Association, che è una vera e propria guida a questi luoghi futuristici.

Sistema SimpleLife, come funziona.
I dispositivi SimpleLife utilizzano le onde convogliate (leggi anche Controllo illuminazione: il sistema Minos a onde convogliate) per la trasmissione dati e possono esser installati senza attuare opere murarie invasive, permettendo così di abbattere i costi installativi e fornendo in tempo reale, al computer in rete, un’analisi accurata degli impianti e dei flussi di consumo relativi alle varie aree dell’edificio. In questo modo è possibile gestire l’impianto garantendone il migliore funzionamento e venendo immediatamente a conoscenza di eventuali danni o anomalie del sistema.
Grazie al software Easycon, inoltre, è possibile memorizzare e rielaborare tutti i dati visualizzati in tempo reale relativi ai consumi di luce, acqua e gas delle diverse aree dell’edificio.

Le applicazioni
All’interno dell’edificio, SimpleLife permette di gestire:
1. Impianto di illuminazione interno ed esterno: viene telegestito garantendo risparmi attraverso la continua regolazione del flusso luminoso e modalità di accensione e spegnimento intelligenti;

2. Impianto di riscaldamento e condizionamento: gestito a livello centralizzato, può differenziare la temperatura nei singoli locali, interfacciando sonde di temperatura e sensori di apertura finestra.

3. Gestione allarmi: SimpleLife individua in modo preciso il luogo di eventuali anomalie, che vengono segnalate immediatamente alle persone preposte all’intervento tramite l’invio di sms o e-mail;

4. Videosorveglianza: la telecamera viene integrata con il sistema Simple Life che trasforma il segnale audio-video e lo trasmette al video server. SimpleLife consente un facile ampliamento anche in caso di impianti già esistenti senza l’estensione di nuovi cavi;

5. Connettività: SimpleLife permette l’estensione della rete LAN ad alta velocità di trasferimento dati e facilita l’installazione di nuove postazioni pc, telefoni voip e servizi di connettività;

6. Wi-fi: Simple Life porta il segnale agli hot-spot, utilizzando la rete elettrica già presente nell’edificio. Nel caso di infrastrutture dove il segnale è debole o inesistente, SimpleLife permette di collegare più hot-spot senza stendere fili;

7. Multimedialità: musei, gallerie, uffici, possono essere allestiti con pannelli informativi e gli edifici commerciali possono utilizzare questa tecnologia per trasmettere messaggi pubblicitari e di informazione al cliente. Il tutto utilizzando il sistema di onde convogliate ad alta velocità;

8. Outdoor: SimpleLife gestisce anche l’esterno dell’edificio, consapevole che lo spazio esterno sia parte integrante dell’edificio stesso. La tecnologia Umpi trasforma quindi i punti luce in sistemi intelligenti, capaci di supportare, all’occorrenza, servizi come videosorveglianza, connettività wi-fi e digital signage. I lampioni sono gestiti dal software Easycon e possono essere programmati per gestire separatamente l’accensione e lo spegnimento di ciascuno di essi.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico