Tecnologia HIT Sanyo: film di silicio monocristallino con rendimento del 28%

Ogni singolo pannello solare sarà il 17% più efficace rispetto a quelli tradizionali. Il mega impianto fotovoltaico da 7,6 Megawatt in costruzione a Torre Santa Susanna, a cura della tedesca Est Energie & Solar Technik, sarà tecnicamente unico nel suo genere. L’utilizzo di specialissimi pannelli Hit prodotti dalla Sanyo Electric consentirà all’impianto di essere il più grande del mondo nel suo genere.

Il gruppo nipponico ha spiegato che saranno 32.202 i pannelli HIT (heterojunction with intrinsic thin layer) inclusi nel progetto, basati su un sottile wafer di silicio monocristallino capace di aumentarne l’efficienza energetica di oltre il 17% rispetto ai comuni prodotti.

La potenza fotovoltaica sviluppata a pieno regime dalla struttura, il cui completamento è atteso a settembre 2010, è stimata in 7,6 megawatt, la più grande finora mai commissionata alla Sanyo e in grado, in base alle previsioni della compagnia, di fornire elettricità a 2.500 famiglie per un anno interno» Si tratta di un importantissimo passo in avanti tecnologico e commerciale che vede come «apripista» proprio il Comune in provincia di Brindisi.

La decisione dell’azienda tedesca di investire nel Brindisino parte da lontano (da una serie di considerazioni sulla estrema versatilità del territorio) e dalla convinzione che la commercializzazione nel Sud d’Italia del nuovo modello di fotovoltaico possa essere redditizia e possa offrire spunti importanti per altre aziende. “Est-Energy – si legge nella presentazione dell’impianto – sta realizzando un progetto da 7,56 MWp a Torre Santa Susanna. Il nostro impianto fotovoltaico con una potenza assorbita di 7,676 MWp è già stato approvato. L’impianto sarà costruito nei pressi di Torre Santa Susanna, nella regione Puglia. (senzacolonne.it)”.

Caratteristiche della tecnologia HIT
– Elevata efficienza di conversione
– Eccellenti caratteristiche di temperatura
– Resa: produzione notevole in condizioni di luce diffusa o scarsa

I moduli Sanyo HIT combinano un wafer sottile monocristallino con uno strato ultrasottile di silicio amorfo, raggiungendo così un rendimento del 28% (1) maggiore rispetto alla media di mercato. Ciò significa che si produce una maggiore quantità di energia utilizzando una minore superficie di tetto: Già con un impianto solare di 20 mq si possono realizzare 1.300 euro (2) all’anno.

Per ulteriori informazioni sulla tecnologia HIT, visualizzate la seguente presentazione: HIT Technology Presentation

Note
1. In confronto all’efficienza media di 120 diversi moduli offerti sul mercato europeo; valori di riferimento di moduli solari scelti, riportati sui cataloghi dei costruttori, dicembre 2009.
2. Studio Sanyo con moduli HIT-240/235HDE4 montati su un tetto con un’inclinazione di 30 gradi nell’area di Monaco di Baviera, con esposizione a sud. Provento stimato. Fonte: Normativa tedesca 2010 sulla remunerazione per l’immissione di energia.7

Articolo dell’Ing. Stefano De Mitri
L’articolo è tratto dalla newsletter n. 16/2010 di MGEnergy (www.mgenergy.it)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico