Tagli incentivi alle Rinnovabili. È proprio una telenovela!

Tagli sì. Tagli no. La questione del taglio degli incentivi alle fonti rinnovabili, che farebbe parte del piano di interventi di riduzione del costo dell’energia proposto dalla Lega Nord, sta rischiando di assumere i contorni di una vera e propria soap opera. Le parole del ministro Calderoli, che aveva minacciato solo ieri mattina di “far ballare le camere nei prossimi 15 giorni”, se non fosse stato accolto favorevolmente l’emendamento relativo al taglio del 30% degli incentivi alle FER dal 1° gennaio 2012, avevano creato forti preoccupazioni tra le associazioni di settore e gli addetti ai lavori.

Ieri pomeriggio, fonti dell’Agenzia Reuters, invece, smentivano il Ministro leghista, confermando che nel testo della manovra all’esame del Quirinale manca il codicillo relativo ai tagli ai sussidi alle fonti rinnovabili. E, in effetti, anche i testi non ufficiosi della manovra che circolano come trottole impazzite nelle redazioni sembrano essere tutti privi dell’emendamento che era contenuto al comma 10 dell’articolo 35.

A oggi, dunque, pare confermata l’assenza dei tagli agli incentivi. Finché non sarà pubblicata in Gazzetta Ufficiale la manovra, però, il condizionale è d’obbligo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico