SISTRI. Le imprese si appellano a Berlusconi per una nuova proroga

Benedetto SISTRI! Come noto l’esito del Click Day dell’11 maggio scorso, per testare il funzionamento del Sistema di controllo della tracciabilità dei rifiuti, è stato interpretato in maniera diametralmente opposta dal Ministero dell’ambiente (Pieno successo) e dalle associazioni imprenditoriali (Calvario informatico). In un comunicato congiunto Confindustria, Rete Imprese Italia e gli altri soggetti interessati avevano chiesto al Ministro Prestigiacomo di sospendere l’entrata in vigore del SISTRI, prevista per il prossimo 1° giugno, addirittura invitando a “un ripensamento dell’intero sistema”. A tale accorato appello, la responsabile del MATTM ha risposto con un assordante silenzio, decisa stavolta a non concedere l’ennesima proroga (leggi anche SISTRI Click Day:Grande Successo o Clamoroso Flop?).

I rappresentanti delle associazioni di categoria hanno preso carta e penna e scritto direttamente al presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, chiedendo al capo del Governo, di fronte a un SISTRI Click Day il cui “esito difficilmente avrebbe potuto essere peggiore” di sospendere per il tempo necessario l’obbligatorietà del SISTRI e di ripensare il sistema, tenendo conto delle segnalazioni dei malfunzionamenti e individuando le soluzioni più efficaci.

Le circa 360.000 imprese interessate al SISTRI, scrivono ancora i presidenti delle associazioni a Berlusconi, sono preoccupate e di pessimo umore, poiché “dal prossimo 1° giugno, non potranno produrre, trasportare e smaltire i rifiuti se non utilizzando le nuove procedure informatiche, pena gravi e onerose sanzioni”, procedure informatiche che, denunciano le imprese, hanno dato problemi 9 volte su 10 durante il Click Day.
Le imprese, che sono chiamate a rispettare la legge”, termina la lettera, “chiedono solo di essere messe nella condizione di poterlo fare”.

A questo punto la palla ritorna al Governo.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico