Riduzione del Rischio Sismico. In Abruzzo torna l’Autorizzazione preventiva dei progetti

Il progetto di legge n. 251/2011 sulle norme per la riduzione del rischio sismico e modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche è stato approvato dal Consiglio regionale dell’Abruzzo. Le novità principali del progetto di legge riguardano le autorizzazioni preventive nelle zone ad alto rischio sismico, controlli a campione nelle zone a basso rischio sismico e l’introduzione della microzonazione sismica di tutti i Comuni del territorio regionale.

Il provvedimento recepisce la normativa statale in materia di prevenzione e riduzione del rischio sismico. Come accennato, le novità riguardano l’assoggettamento di tutti i progetti alla valutazione del Genio Civile (la c.d. autorizzazione preventiva), qualora si ricada nelle zone a rischio sismico più elevato (livello 1 e livello2).

Per i progetti di edifici che insistono nelle zone di livello 3 (basso rischio sismico), invece, resta in vigore l’attuale normativa, ma saranno comunque previsti dei controlli casuali a campione da parte dei tecnici del Genio civile sulle strutture realizzate.

Infine, terza novità, riguarda l’introduzione della microzonazione sismica (leggi anche Microzonazione sismica: metodi e risultati. La lezione del terremoto aquilano), che si estenderà sul territorio di tutti i Comuni dell’Abruzzo. La microzonazione sarà effettuata da geologi iscritti in un apposito elenco già predisposto. L’elaborazione di questi studi sarà comunque finanziata da contributi statali e regionali.

Regione Abruzzo, progetto di legge n. 251/2011, Norme per la riduzione del rischio sismico e modalità di vigilanza e controllo su opere e costruzioni in zone sismiche

Fonte Regione Abruzzo


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico