Progettazione geotecnica. A La Sapienza di Roma la prima edizione del master di II livello

La progettazione delle opere di ingegneria civile ed in generale di tutte le opere che interagiscono con il terreno (terre e rocce) o delle stesse opere costituite da terra è condizionata in modo rilevante dalla natura e dalle proprietà meccaniche dei terreni. Ciò è particolarmente vero per le opere in cui la resistenza dei terreni è fortemente mobilitata, quali le gallerie (stradali, ferroviarie, idrauliche), le dighe, gli scavi profondi, gli interventi di stabilizzazione delle frane.

Per preparare giovani professionisti in questo campo della progettazione, con il patrocinio dell’Associazione geotecnica italiana, parte presso l’Università La Sapienza di Roma la prima edizione del Master di II livello Progettazione Geotecnica per l’anno accademico 2010/2011 (direttore prof. ing. Salvatore Miliziano)

Gli obiettivi
Il master si propone di contribuire alla diffusione della geotecnica nel nostro Paese, fornendo l’occasione a giovani ingegneri civili e ambientali di aggiungere ulteriori elementi formativi oltre a quanto appreso negli studi universitari, per affrontare con consapevolezza la progettazione di opere a prevalente componente geotecnica quali gallerie, scavi, fondazioni, opere in terra e interventi di stabilizzazione di frane.

Quando e come
Il master, di durata annuale, avrà inizio il mese di novembre e si concluderà con l’esame finale e il conseguimento del titolo, di norma, entro il mese di dicembre dell’anno successivo. Il master consente di acquisire 60 crediti universitari formativi (CFU) con un impegno complessivo di circa 1.500 ore.

Programma e attività
Nel primo periodo (2 mesi) è prevista didattica frontale di tipo intensivo nell’ambito della quale sono tenuti 2 moduli tesi a consolidare il quadro delle conoscenze acquisito negli studi universitari:
– MOD.1 Caratterizzazione geotecnica dei terreni e degli ammassi rocciosi mediante indagini in sito ed in laboratorio;
– MOD.2 Modellazione geotecnica.

I moduli 3, 4 e 5 vengono svolti nei 6 mesi successivi e riguardano la progettazione di opere o di parti d’opera nelle quali la componente geotecnica è predominante:
– MOD.3 Progetto di fondazioni;
– MOD.4 Progetto di gallerie e opere interrate;
– MOD.5 Progetto di stabilizzazione di frane.

In ciascuno dei moduli sono trattati tutti gli aspetti indispensabili per una corretta progettazione: aspetti tecnologici e costruttivi, campi di impiego, limiti di applicabilità, criteri di progetto, verifica e collaudo, aspetti normativi e standard di progettazione, specifiche tecniche, costi. In ciascuno dei tre moduli vengono approfonditi gli studi di temi specifici quali quelli dell’interazione terreno struttura, dell’analisi delle fondazioni miste, dell’analisi dinamica dei versanti, ecc.

L’attività didattica si svolgerà in parallelo allo sviluppo di alcuni temi progettuali sui quali gli studenti, a gruppi di poche unità, saranno chiamati a confrontarsi.
La didattica sarà integrata da seminari e corsi brevi nell’ambito dei quali sono illustrati progetti, tecnologie costruttive, soluzioni progettuali, esempi di organizzazione di cantiere.
Il corpo docente è costituito da professori provenienti da diverse università italiane e da ingegneri provenienti dal mondo del lavoro in possesso di particolari competenze nei campi della progettazione e della realizzazione delle opere.
Le lezioni si svolgeranno in prevalenza presso la Facoltà di Ingegneria in via Eudossiana, in Roma.
Sono previste alcune visite tecniche in cantieri di rilevante interesse.
Il periodo finale (4 mesi) è dedicato alla redazione della tesi di master che viene sviluppata nell’ambito di uno stage svolto presso Enti, Imprese, Società di Ingegneria.

Ammissione e partecipazione
L’ammissione al master avviene per valutazione di titoli ed esami. Il numero minimo di iscritti è 12, il numero massimo 20. La tassa di iscrizione è di 4.000 euro. È ammessa la presenza di uditori che potranno fruire di singoli moduli.

Scarica il bando completo


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico