Professioni: incentivi ai tecnici enti locali

Sull’abbattimento dell’incentivo ai tecnici della pubblica amministrazione, portato dal 2% allo 0,5%, e in particolare sulla retroattività della norma è intervenuta recentemente la Corte dei Conti.

Con la delibera n.7 dell’ 8 maggio (data del deposito in segreteria)ha stabilito che l’incentivo per attività effettuate prima del 1° gennaio 2009, non può essere modificato per effetto di norme che riducano l’entità della somma da ripartire e resta assoggettato alla previgente disciplina.

Come già sostenuto dalla Corte di Cassazione con la sentenza n. 13384 del 19 luglio 2004, il diritto all’incentivo costituisce un vero e proprio diritto soggettivo di natura retributiva che inerisce al rapporto di lavoro in corso, nel cui ambito va individuato l’obbligo per l’Amministrazione di adempiere, a prescindere dalle condizioni e dai presupposti per rendere concreta l’erogazione del compenso.

In definitiva, dal compimento dell’attività nasce il diritto al compenso, intangibile dalle disposizioni riduttive, che non hanno alcuna efficacia retroattiva.

Corte dei Conti, delibera 8 maggio 2009, n. 7


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico