Prestazioni energetiche degli edifici. Nuova norma UNI in inchiesta pubblica

Terminerà il 23 settembre 2011 la fase di inchiesta pubblica del nuovo progetto di norma UNI elaborato dal Comitato termotecnico italiano E02019984, liberamente scaricabile dalla banca dati delle norme a partire dal 25 luglio scorso. La norma sottoposta al vaglio dei professionisti e delle aziende riguarda le prestazioni energetiche degli edifici.

Nel dettaglio, il progetto in esame tratta della parte 4 della specifica tecnica UNI/TS 11300 e riguarda l’Utilizzo di energie rinnovabili e di altri metodi di generazione per la climatizzazione invernale e per la produzione di acqua calda sanitaria.

Per quanto riguarda la produzione di energia termica utile, le fonti energetiche rinnovabili prese in considerazione dal progetto di norma tecnica sono quella del solare termico, delle biomasse, delle fonti aerauliche, geotermiche e idrauliche nel caso di pompe di calore per la quota considerata rinnovabile. Per la produzione di energia elettrica, invece, la specifica tecnica prende in considerazione il solare fotovoltaico.

Gli scopi per i quali la norma in esame potrà essere utilizzata riguardano la valutazione del rispetto dei regolamenti espressi in termini di obiettivi energetici;  il confronto delle prestazioni energetiche di varie alternative impiantistiche; l’indicazione di un livello convenzionale di prestazione energetica in termini di consumo di energia primaria degli edifici esistenti; la valutazione del risparmio di energia conseguibile con interventi sugli impianti e di energia primaria utilizzando energie rinnovabili o altri metodi di generazione.

Infine la norma offre degli strumenti per la previsione delle esigenze future di risorse energetiche su scala nazionale, tramite il calcolo dei fabbisogni di energia primaria di tipici edifici rappresentativi del parco edilizio.

Inchiesta pubblica finale: banca dati online (per scaricare il testo della norma in inchiesta pubblica digitare il codice E02019984 nel campo ‘Codice Progetto’)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico