Piano Casa, sì a un decreto legge?

È sempre più probabile l’ipotesi che il Piano Casa assuma le forme di un decreto legge con lo scopo di renderlo immediatamente operativo.
Ripiegare su un decreto legge, quindi su uno strumento legislativo con carattere di urgenza, comporterà verosimilmente la rinuncia da parte del Governo a inserire alcune norme previste inizialmente nel ddl.

Questo è quanto emerso dall’incontro di ieri tra il Presidente Napolitano e il capo del Governo Berlusconi. Il capo dello Stato ha espresso una serie di riserve a cominciare dalla dubbia costituzionalità del provvedimento e sulla reale possibilità di incidere in tempi brevi su una materia che  spetta a regioni ed enti locali attuare.

Quale che sia la forma del decreto che il Governo sceglierà per attivare il Piano Casa, saranno confermati gli ampliamenti fino al 20% dei volumi dei fabbricati e gli interventi di demolizione e ricostruzione con il premio di cubatura fino al 35% (a patto che sia garantito il rifacimento secondo i criteri dell’efficienza energetica).
Nel decreto sarà inoltre presente anche la norma della semplificazione delle procedure edilizie con la conferma della certificazione di conformità, che sostituirà il permesso di costruire.
Le norme più delicate, ossia il fascicolo del fabbricato e le tante modifiche al Codice del paesaggio (in un d.l. non è possibile inserire modifiche a un testo unico quale è il Codice Urbani) confluiranno in un ddl che sarà discusso in Parlamento.

Prima del varo definitivo del provvedimento, previsto per venerdì 20 marzo (salvo ripensamenti dell’ultimo minuto dovuti anche all’assenza annunciata di Berlusconi, impegnato a Bruxelles) , il Governo dovrà trovare un accordo con le regioni che, come ricordato, hanno potere legislativo autonomo in materia edilizia e urbanistica. È prevedibile che, così alleggerito, l’accordo venga trovato più facilmente.

Piano Casa, le proposte
Piano casa: seconda puntata, nuove polemiche
Dossier del Governo sul Piano Casa


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico