Nuovo codice prevenzione incendi: attività con e senza RTV

Nuovo codice prevenzione incendi: tra attività con e senza regola tecnica verticale

Nuovo codice prevenzione incendi

Manca poco al 20 ottobre 2019, giorno dell’entrata in vigore del nuovo codice di prevenzione incendi. Infatti sono passati quasi 180 giorni dalla pubblicazione del Decreto del Ministero dell’Interno 12 aprile 2019 recante “Modifiche al decreto 3 agosto 2015, recante l’approvazione di norme tecniche di prevenzione incendi, ai sensi dell’articolo 15 del decreto legislativo 8 marzo 2006, n. 139” sulla Gazzetta ufficiale.

Il legislatore, con il nuovo codice prevenzione incendi ha cercato di redigere un codice unico eliminando le innumerevoli regole tecniche RTV, favorire la cultura dell’applicazione di regole tecniche prestazionali e più flessibili, la possibilità da parte del professionista antincendio di scegliere tra diverse alternative per il rispetto normative in materia di sicurezza antincendio e favorire i metodi di fire engineering.

Nuovo codice prevenzione incendi. Quali sono le modifiche introdotte?

Il decreto è formato da 5 articoli fondamentali:

  1. modifiche all’art. 1 del decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015;
  2. modifiche all’art. 2 del decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015;
  3. introduzione dell’art. 2 – bis “Modalità applicative alternative” del decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015;
  4. modifiche all’art. 5 del decreto del Ministro dell’interno 3 agosto 2015;
  5. disposizioni transitorie e finali.

Importanti modifiche in vista sono state apportate al vecchio Decreto del Ministero dell’Interno 3 agosto 2015. Eliminato il cosiddetto “doppio binario” per la progettazione antincendio delle attività soggette al controllo da parte dei Vigili del Fuoco, così come per le attività non normate.

Ben 42 le attività soggette, elencate nell’Allegato 1 del DPR 151/2011, per le quali la Regola Tecnica Orizzontale (RTO) del Codice diventerà l’unico riferimento progettuale.

Due le modifiche fondamentali:

  • l’obbligatorietà dell’utilizzo del nuovo codice prevenzione incendi per la progettazione delle attività tradizionalmente “non normate”, in sostituzione dei “criteri tecnici di prevenzione incendi”;
  • l’inserimento di nuove attività non normate dall’allegato I al DPR 151/2011.

In particolare sono state inserite le attività 69 cioè locali adibiti ad esposizione e vendita per i quali è stata emanata apposita Regola tecnica Verticale (RTV). Per le attività come edifici destinati a musei, gallerie, biblioteche ecc., (attività 72) è a breve la redazione e pubblicazione della relativa RTV.

Non perdere:

SCIA VVF antincendio e asseverazione VVF

SCIA VVF antincendio e asseverazione VVF


Davide Luraschi , 2019, Maggioli Editore

Frutto di 40 anni di esperienza nel campo della prevenzione incendi, maturata dal prestigioso studio di ingegneria e architettura Luraschi & Associati, fondato nel 1892, questo manuale offre al lettore uno strumento operativo di grandissimo valore pratico. La SCIA antincendio, introdotta dal DPR...


26,00 € 22,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


Per ora saranno escluse, così come riportato all’art.3 del decreto, da tale obbligo le RTV per le quali l’uso del nuovo codice prevenzione incendi sarà un’opzione volontaria, in alternativa alle vecchie regole tecniche:

  • 66 strutture turistico-ricettive all’aria aperta e dei rifugi alpini;
  • 67 asili nido;
  • 69 attività commerciali ove sia prevista la vendita e l’esposizione di beni;
  • 71 Aziende ed Uffici con oltre 300 persone presenti;
  • 75 depositi di mezzi rotabili e dei locali adibiti al ricovero di natanti ed aeromobili;

Questo comporterà la necessità a livello nazionale di adeguare le biblioteche e musei in conformità ai dettami del nuovo codice prevenzione incendi, aprendo le porte a nuove possibilità lavorative per tutti i tecnici antincendio che operano con le pubbliche amministrazioni.

Il nuovo codice di prevenzione incendi diventa obbligatorio per le attività non normate da apposita RTV e per le nuove attività e per la modifica o l’ampliamento delle attività esistenti. Le misure antincendio già adottate nella parte non interessata dagli interventi di modifica dovranno essere compatibili con i cambiamenti da realizzare.

In caso contrario, si potranno intraprendere due strade alternative: realizzare gli interventi di modifica o ampliamento ai sensi dei criteri generali di prevenzione degli incendi oppure applicare il Codice all’intera attività, quindi anche alla parte non interessata dagli interventi.

Pertanto, in materia di applicazione del codice per le attività previste nell’allegato I del DPR 151/2011 il professionista antincendio può scegliere tra due alternative:

  1. applicare le RTV alle attività soggette;
  2. non applicare le RTV e seguire il nuoco codice prevenzione incendi;
  3. per le attività non normate invece il nuovo codice prevenzione incendi sarà un ottimo riferimento per la progettazione antincendio.

L’alternativa dell’applicazione del nuovo codice prevenzione incendi, in alternativa alla non applicazione delle RTV diventerà pertanto un’opzione volontaria del professionista antincendio nella scelta della strategia da adottare.

Anche in ambito formativo diventerà importante far acquisire ai professionisti antincendio competenze più approfondite in materia di fire engineering in quanto la normativa prestazionale comporterà una maggiore libertà progettuale ma dovrà garantire comunque livelli elevati di sicurezza antincendio.

Ti consigliamo:

SCIA VVF antincendio e asseverazione VVF

SCIA VVF antincendio e asseverazione VVF


Davide Luraschi , 2019, Maggioli Editore

Frutto di 40 anni di esperienza nel campo della prevenzione incendi, maturata dal prestigioso studio di ingegneria e architettura Luraschi & Associati, fondato nel 1892, questo manuale offre al lettore uno strumento operativo di grandissimo valore pratico. La SCIA antincendio, introdotta dal DPR...


26,00 € 22,10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *