Milleproroghe, c’è il via definitivo

Confermato definitivamente il disegno di legge di conversione del d.l. n. 207 del 30 dicembre 2008 Milleproroghe.

Tra le misure contenute ricordiamo:
– il differimento al 1° gennaio 2010 della scadenza del 1° gennaio 2009 entro la quale i regolamenti edilizi comunali avrebbero dovuto vincolare il rilascio del permesso di costruire, per gli edifici di nuova costruzione, all’installazione di impianti per la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili;

– la proroga al 30 giugno 2010 del periodo transitorio delle nuove Norme Tecniche per le Costruzioni di cui al d.m. 14 gennaio 2008;

– il Piano carceri messo a punto dal Ministero della Giustizia, che attribuisce al Capo del Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria i poteri di commissario straordinario previsti dall’articolo 20 del d.l. 185/2008 anticrisi;

– la proroga al 31 dicembre 2009 del termine dopo il quale scatta il divieto di ricorrere agli arbitrati negli appalti pubblici. Dimezzati i compensi, con il divieto di incrementare quelli massimi, legati alla particolare complessità delle questioni trattate, alle specifiche competenze utilizzate o al lavoro effettivamente svolto;

– la proroga al 16 maggio 2009 di alcuni adempimenti relativi alla sicurezza sul lavoro previsti dal d.lgs. 81/2008 (Testo unico della sicurezza sul lavoro), tra cui la valutazione dei rischi concernenti lo stress lavoro-correlato;

– il rinvio dal 1° gennaio 2009 al 30 giugno 2009 dell’entrata in vigore del nuovo regime di autorizzazione paesaggistica previsto dall’articolo 159 del decreto legislativo 42/2004, Codice dei beni culturali e del paesaggio;

– l’esclusione dei fabbricati rurali dall’Ici. Non si considerano fabbricati le unità immobiliari per le quali ricorrono i requisiti di ruralità, definiti nel d.l. 557/1993, convertito dalla Legge 133/1994, anche se iscritte o iscrivibili nel Catasto fabbricati. Di conseguenza i fabbricati rurali non sono soggetti a Ici;

– le modifiche agli obblighi delle società concessionarie autostradali: quelle che non sono amministrazioni aggiudicatrici devono provvedere agli affidamenti a terzi di lavori nel rispetto degli articoli 142, comma 4 e 253, comma 25, del d.lgs. 163/2006 (Codice degli appalti).


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico