Materassino per isolamento acustico: oggi parliamo di Duetto

Abbiamo chiesto all’ing. Michele Chiarato – Responsabile tecnico e Ricerca e Sviluppo Divisione dBred di Edilteco Group – di parlarci della novità presentata agli inizi di quest’anno: il materassino Duetto

Ingegneri. Da quali presupposti e da quali necessità tecnico-applicative nasce il Duetto?
Michele Chiarato. Il Duetto nasce dall’esigenza di perfezionare le soluzioni proposte dalla Divisione dBred di Edilteco Group. I prodotti fino alla nascita del Duetto vedevano sempre protagonista la gomma SBR, in grado di garantire ottime prestazioni durevoli nel tempo, ma veniva accompagnata obbligatoriamente dalla posa di un materiale di sacrificio per l’impermeabilizzazione della stessa prima della posa del massetto galleggiante. Si è deciso quindi di accoppiare la gomma con il polietilene al fine di renderla impermeabile superiormente evitando pose ulteriori e sfruttando al meglio i benefici che il polietilene è in grado di apportare alla gomma.

Ingegneri. Quali sono i principali punti di forza di questo materassino per l’isolamento acustico?
MC. I punti di forza di questo materiale scaturiscono proprio dall’unione delle caratteristiche positive della gomma e del polietilene.
La gomma SBR porta con se la capacità di essere un ottimo disaccoppiante, dimostrando di essere in grado di lavorare – in modo ottimale – in tutte le condizioni di carico deformandosi in maniera elastica e senza riportare deformazioni permanenti. Il polietilene riesce, oltre che a impermeabilizzare la gomma, a ridurre invece la rigidità dinamica rendendo il Duetto un materiale adatto a anche ai precarichi di utilizzo molto ridotti. La cedevolezza del polietilene risulta essere contenuta in quanto il suo spessore non supera mai i 4 mm.
Oltre ai pregi delle caratteristiche tecniche del Duetto vanno menzionati i contenuti tecnologici di pregio dell’accoppiamento dei due materiali. L’accoppiamento è, infatti, eseguito senza l’utilizzo di collante ma solamente grazie all’unione continua a caldo del polietilene alla gomma. Questa lavorazione consente al Duetto di essere un materiale stabile che non si arriccia o si scompatta come spesso avviene ad accoppiati di materiali con densità e proprietà meccaniche nettamente diverse. 
I vantaggi costruttivi del Duetto lo rendono facile e veloce da posare. In rotoli da 25 kg ciascuno risulta essere facilmente trasportabile al punto di applicazione all’interno del cantiere. La consistenza del materiale ne consente un taglio rapido e sicuro e si è in grado di realizzare unioni precise e facilmente sigillabili con un comune nastro adesivo.
Tutto ciò a favore della riduzione dei rischi di malfunzionamento del pavimento galleggiante derivanti da errori di posa.

Ingegneri. Il Duetto è stato presentato sul mercato a partire da gennaio di quest’anno. Come ha risposto il mercato a questa grande novità?
MC. Il materiale è stato presentato da poco ma ha subito suscitato negli addetti ai lavori una grossa curiosità. Le richieste tecniche sono numerose e durante le presentazioni ai tecnici, quanto alle imprese, le impressioni che lascia sono ottime.
Il trend delle vendite di dBred Duetto, seppur recente la sua presenza sul mercato, è in crescita continua e con una rapidità che ha forse superato le nostre aspettative.

Ingegneri. Numerose sono le imprese che hanno scelto di utilizzare il materassino Duetto. Si tratta di lavori per edilizia residenziale o il materassino proposto dalla divisione dBred di Edilteco Group è stato scelto anche per opere di edilizia pubblica? Ci può fare qualche esempio?
MC. La scelta su dBred Duetto è stata fatta in primis da chi conosceva bene i nostri materiali e le nostre soluzioni e che hanno accolto con gioia l’arrivo di questo nuovo materiale inserendolo nella loro quotidianità lavorativa o progettuale. Devo essere sincero, si è aggiunta poi una serie di clienti che precedentemente erano critici nell’utilizzo dei nostri prodotti ma che con tali innovazioni si sono ricreduti ed hanno scelto di inserire il nostro materiale nelle loro opere. Parliamo di opere edili con la più svariata destinazione d’uso, dal residenziale al commerciale o ospedaliero. L’ultima della una serie di strutture edili in cui si utilizzerà dBred Duetto sono i nuovi uffici della Zecca dello Stato a Roma.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico