Le 5 tecnologie che ci cambieranno la vita

Come tutti gli anni l’IBM ha realizzato una ricerca per presentare le cinque innovazioni tecnologiche che cambieranno la nostra vita e che, presumibilmente, dovranno emergere entro i prossimi 5 anni. Un video su Youtube mostra con delle simulazioni queste tecnologie future (e futuristiche). È importante sottolineare che queste innovazioni non sono basate solo su “speranze”, ma prendono corpo da valutazioni e dati scientifici oggettivi.
Vediamo in breve di cosa si tratta

Batterie per notebook e portatili potenziate
Mai più in affanno alla ricerca di prese di corrente dove poter ricaricare la batteria del proprio portatile e, soprattutto, mai più improvvisi forfeit del proprio notebook di lavoro. Partendo dal presupposto che capacità delle batterie e durata della carica aumentano costantemente ogni anno, la ricerca di IBM ritiene che nei prossimi anni assisteremo a una progressiva diminuzione delle dimensioni delle batterie e a un aumento significativo della loro durata, fino a 10 volte quella attuale.

PC energeticamente più efficienti
In questo caso la ricerca auspica che nel prossimo futuro, soprattutto nei grandi Data Center, si possano trovare delle tecnologie in grado di diminuire drasticamente il calore prodotto dai computer, riducendo quindi il consumo di energia necessario al raffrescamento di tali ambienti e/o riutilizzando il calore prodotto dalle macchine per scopi utili.

Un flusso di informazioni per capire l’ambiente
Un’altra previsione dei ricercatori IBM concerne il proliferare di sistemi di invio e condivisione delle informazioni sulle abitudini di vita, sul tempo atmosferico, sulle condizioni dell’aria, ecc. che giungeranno agli scienziati attraverso speciali dispositivi presenti nei nostri smartphone, nei notebook e persino nelle pagine dei social network. Sinceramente questa “innovazione” ha un vago sapore orwelliano, ma se lo dicono i cervelli dell’IBM…

Navigatori sempre più intelligenti
A dispetto di quanti affermano che i navigatori satellitari rendono pigro il nostro cervello, pare che nel futuro i ricevitori GPS installati sulle automobili e sugli apparecchi mobile diventeranno sempre più precisi e utili. Non solo per guidare l’utente alla destinazione desiderata, ma anche per aggiornarlo in tempo reale sulle condizioni del traffico sulla strada e dirgli quale parcheggio nei paraggi è disponibile. Aspettiamoci che il nostro navigatore ci faccia anche il caffè (questo i ricercatori della IBM non l’hanno scritto nella loro relazione).

Ologrammi
Immaginatevi Fabrizio Frizzi che esce dal televisore ed entra in casa vostra all’ora di cena. In effetti la cosa è piuttosto inquietante e di sicuro, se succedesse, ci cambierebbe la vita.
Scherzi a parte, l’ultima previsione è quella di poter visualizzare contenuti da TV, computer, tablet e smartphone in 3D.
Insomma, potremmo tutti (finalmente) imitare Luke Skywalker quando chiacchierava con Obi Wan Kenobi.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico