Integrazione architettonica: moduli fotovoltaici in PVB

Sempre più spesso si parla di “fotovoltaico a totale integrazione architettonica”, un tema importante e spinoso, che porta a considerare esigenze non sempre facilmente conciliabili: produzione di energia rinnovabile, creatività progettuale, rispetto delle norme e delle condizioni di sicurezza.

Per chi si trova a gestire queste situazioni un buon supporto può essere fornito dai moduli fotovoltaici in vetro strutturale, soluzioni che producono energia rinnovabile utilizzando un materiale elegante e al tempo stesso resistente.

Tra le proposte più interessanti si segnalano in particolare i moduli EnergyGlass™, prodotti con un tipo speciale di PVB (polivinilbutirrale) studiato appositamente per il solare. Il PVB è un materiale leggero e al tempo stesso resistente, utilizzato per fabbricare i cristalli delle automobili ma impiegato anche per stratificare i vetri di sicurezza in facciate continue e coperture, parapetti e balconi, e ancora in vetrine, finestre, pensiline e ombreggianti.

Grazie al supporto del Politecnico di Milano, del Politecnico di Torino e del produttore del PVB Solar, EnergyGlass™ è riuscita a perfezionare il processo di stratifica di questo materiale. Per la prima volta in Italia, si è quindi riusciti a utilizzare il PVB anche per le celle fotovoltaiche.

I moduli così prodotti – personalizzabili – forniscono una serie di vantaggi importanti: conformità agli standard normativi previsti per i vetri strutturali e di sicurezza; trasparenza e limpidezza; aderenza e resistenza alle imperfezioni sul vetro nel processo di laminazione; compattezza del laminato; stabilità nel tempo in termini di trasparenza e temperatura di esercizio. Bisogna poi considerare la possibilità di combinare al modulo fotovoltaico in vetro-vetro altre funzioni, come l’isolamento acustico e termico. E non va dimenticato il minor spessore dei vetri, con conseguente minor peso dei moduli e vantaggi sulle strutture di sostegno.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico