Ingegneria e Ambiente. Dal Centro Direzionale Lavazza al recupero delle Officine Grandi Riparazioni Torino

Ci siamo occupati di recente di alcune delle più importanti attività di progettazione e di cantiere della società di ingegneria Ai Engineering di Torino, che, tra le numerose commesse, sta curando la direzione lavori del nuovo stadio della Juventus (leggi anche Il nuovo Stadio della Juventus: Ingegneri visita il cantiere). In questo articolo presentiamo alcune delle opere realizzate di recente e altre ancora in corso di alta ingegneria.

A novembre 2010, per esempio, è stato inaugurato il secondo lotto (di completamento) di un nuovo complesso scolastico a Pianezza (Torino), per il quale Ai ha curato il coordinamento generale del progetto, la progettazione architettonica e la Direzione Lavori generale.
Sono stati inoltre completati i lavori nel cantiere dell’edificio per uffici dell’Urban Center di Rivarolo Canavese (Torino), che chiude un ampio intervento di riqualificazione di un’area industriale dismessa, dove Ai ha svolto una prestazione globale di progettazione urbanistica, architettonica (in partnership con l’arch. Benedetto Camerana), strutturale, impiantistica ed infrastrutturale, nonché di Direzione Lavori integrale, affidata all’arch. Corrado Vaschetti.

Il recupero delle Officine Grandi Riparazioni di Torino
Il 16 marzo 2011 sono state inaugurate le OGR – Officine Grandi Riparazioni di Torino, dove sono stati realizzati nuovi spazi di servizio e gli allestimenti per le tre mostre dedicate ai festeggiamenti di “Italia 150”: Fare gli Italiani, Stazione Futuro e il Futuro nelle mani – Artieri domani. Le rassegne illustrano un percorso articolato: da un lato la rilettura di un secolo e mezzo di storia, dall’altro uno sguardo all’innovazione, prefigurando l’Italia del 2020 e, a completamento, una proposta per il rilancio dell’artigianato, eccellenza del nostro Paese.

Le OGR, capolavoro di archeologia industriale, nascono alla fine dell’Ottocento come fabbrica per la costruzione e la manutenzione di locomotive e vagoni ferroviari e sono state definitivamente dismesse all’inizio degli anni Novanta (per leggere altri casi di recupero e riqualificazione di strutture di archeologia industriale scarica gratuitamente la e-zine di Ingegneri.cc n. 8 Recupero).

Gli interventi di recupero hanno permesso di trasformare il complesso in un polo espositivo, valorizzando gli oltre 20.000 metri quadrati a disposizione, ed hanno visto impegnata Ai con il raggruppamento guidato da 5+1AA e composto anche da Studio Pession Associato e Impro srl. In particolare Ai ha seguito la progettazione e Direzione Lavori degli aspetti strutturali ed impiantistici elettrici e la sicurezza in fase di progettazione.

Ristrutturazione dell’Ospedale di Pinerolo
È in fase finale l’intervento per la ristrutturazione ed ampliamento del preesistente edificio dell’Ospedale Agnelli di Pinerolo (Torino). L’intervento ha previsto l’aggiunta di tre piani destinati a Ostetricia-Ginecologia che ospiteranno degenze, sale parto e area chirurgica (per leggere di altri interventi di ingegneria su strutture ospedaliere leggi Tecnologie e Calcestruzzi ad altissime prestazioni per l’Ospedale di Carpi su impresedili.it e Adeguamento sismico tramite isolamento della Città Ospedaliera di Avellino).

Il progetto ha previsto, tra l’altro, il riposizionamento e potenziamento della centrale frigorifera e la realizzazione della cabina di trasformazione a lei dedicata, ed è stato particolarmente complesso in relazione alla necessità di non interrompere il funzionamento del reparto di terapia intensiva. I lavori di cantiere sono terminati, ma è previsto un periodo dedicato ai collaudi al temine del quale, ad aprile 2011, è ipotizzata l’inaugurazione dei nuovi reparti.
Partirà in seguito la ristrutturazione della parte storica del Presidio, permettendo così il completamento dell’intervento di riqualificazione.

Il Parco Dora apre l’8 maggio
L’8 maggio 2011 è prevista, nell’ambito delle celebrazioni per i 150 anni dell’Unità d’Italia, l’inaugurazione ufficiale del Parco Dora, 40 ettari di verde a nord di Torino nella cosiddetta Spina 3.
In particolare, il Lotto Vitali, per il quale, la progettazione esecutiva (in ambito di appalto integrato) è stata curata da Ai,in è dominato dalla memoria dell’edificio dell’ex acciaieria Vitali, visibile a grande distanza, dove è stato demolito il capannone ma conservati, mantenuti e recuperati i suggestivi pilastri di sostegno (alti 42 metri) dei carri ponte ed una parte della copertura.
L’obiettivo è stato quello di creare un luogo pubblico in parte coperto che serva agli usi collettivi più svariati, dal cinema al teatro, dalla gastronomia alle attività sportive.

Centro Direzionale Lavazza
A gennaio 2011 è stato presentato ufficialmente il progetto preliminare del nuovo Centro Direzionale Lavazza, previsto a Torino in via Bologna con un intervento che prevede la trasformazione di un’area ex Enel ed una più ampia riqualificazione urbanistica.
Ai Engineering si è occupata sia della progettazione strutturale sia dell’affiancamento ai progettisti (l’arch. Cino Zucchi con l’arch. Cristiano Picco per gli aspetti urbanistici) per tutta la parte tecnologica ed edile.

A Crescentino lo stabilimento di seconda generazione per la produzione di bioetanolo
Nel mese di aprile 2011 a Crescentino, in provincia di Vercelli, ci sarà la cerimonia di posa della prima pietra dell’impianto per la produzione di bioetanolo di seconda generazione. Alimentato da biomasse agroenergetiche, si tratta del primo progetto sperimentale di questo tipo a livello mondiale ed in ogni caso il primo costruito in Italia per la produzione di bioetanolo.
Ai è coinvolta su più fronti: il Settore Ambiente, diretto dall’ing. Mirna Terenziani, si è occupato della verifica di assoggettabilità a VAS, della valutazione di incidenza ecologica, della valutazione di impatto ambientale e dell’autorizzazione ai sensi del d.lgs. 387/2003; inoltre, con lo Studio 4 Architetti Associati di Genova, Ai ha seguito l’intera pratica per il Permesso di Costruire comprensivo delle pratiche connesse (Asl, acustica, ecc.), ed è responsabile di tutte le prestazioni progettuali di ingegneria ed architettura delle parti civili ed impiantistiche degli edifici dell’impianto.

Le altre attività
Il Settore Ambiente è attualmente impegnato in due progetti di rilievo: il nuovo elettrodotto Terna tra l’esistente stazione elettrica 380/220/132 kV di Colunga (Bologna) e l’esistente stazione elettrica 380/132 kV di Calenzano (Firenze), per il quale è stato seguito lo Studio di Analisi delle Alternative, e il Parco Eolico al Colle San Bernardo, Garessio (Cuneo), dove è stato presentato lo Studio di Impatto Ambientale e relativa procedura per ulteriori 20 pale eoliche (da realizzarsi in prossimità di quelle già esistenti) ed attualmente si è in attesa della convocazione della Conferenza dei Servizi (leggi anche Eolico. L’impatto delle pale va compensato coi benefici).

Tra le collaborazioni in atto, si segnala l’attività all’estero con lo Studio Fuksas, in particolare la collaborazione nella proposta giudicata vincitrice del concorso per la torre ad uffici della Guosen Securities nella città cinese di Shenzhen (leggi anche Palafuksas di Torino. Inaugurazione il 25 marzo 2011).
Per questa torre (220 metri di altezza), Ai è consulente per la progettazione degli impianti elettrici e meccanici, l’individuazione delle strategie per l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale. Per la certificazione ambientale secondo il protocollo LEED for New Construction il livello atteso è LEED Platinum.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico