Incentivi, Rinnovabili e Conto Energia. Il Ministro Romani al Solarexpo

A meno di una settimana dall’inaugurazione di Solarexpo, mostra convegno internazionale sulle energie rinnovabili, che partirà il prossimo mercoledì alla Fiera di Verona, l’organizzazione rende nota la presenza del Ministro Paolo Romani alla cerimonia di apertura. Grande attesa, dunque, per il confronto con tutte le associazioni nazionali delle rinnovabili sul decreto di attuazione della direttiva europea 20-20-20, sull’attesissimo nuovo Conto Energia per il fotovoltaico e sulla sfida che le rinnovabili sono pronte ad assumersi per un nuovo modello energetico.

In agenda anche il tema caldo degli sconvolgimenti generati nel panorama energetico mondiale dallo “tsunami nucleare” e dalle tensioni in Nord Africa: è l’opportunità concreta per le energie rinnovabili di candidarsi a un ruolo centrale nei sistemi energetici dei paesi avanzati già all’orizzonte del 2020, e a crescere ancor più nei decenni successivi.

Il traino sul piano internazionale viene ancora una volta dalla Germania, che ha messo allo studio un nuovo piano energetico nazionale, atteso già per fine giugno, coinvolgendo tutti gli attori sociali e sotto la guida non solo di energetici ed economisti, ma anche di un vero e proprio comitato etico: l’obiettivo è quindi quello di ripensare radicalmente il modello energetico e anche di società, e di pianificare da subito come la Germania possa realisticamente accelerare l’uscita dal nucleare, rinunciando a tutte e 17 le sue centrali e non solo a quelle più vetuste attualmente fermate per controlli.
Per l’Italia se ne parlerà all’evento di apertura di Solarexpo: La nuova disciplina di promozione delle energie rinnovabili. Forum tra le istituzioni e le associazioni nazionali dei produttori, in programma il 4 maggio alla Fiera di Verona alla presenza, appunto, del Ministro dello sviluppo economico Paolo Romani.

Sotto i riflettori il Decreto rinnovabili pubblicato a marzo per dare attuazione alla direttiva europea 20-20-20, che tocca trasversalmente tutte le fonti rinnovabili e l’efficienza energetica negli edifici, e l’attesissimo nuovo Conto Energia per l’incentivazione specifica del fotovoltaico.
Saranno presenti tutti i presidenti delle associazioni nazionali dei produttori di tecnologie per le rinnovabili e di quelle dei produttori di energie verdi: una partecipazione compatta, mai finora realizzata in un evento in Italia: gli “stati generali” delle rinnovabili e della green economy nel nostro Paese.

Per quanto riguarda il fotovoltaico, nonostante il clima di incertezza creato negli ultimi tre mesi dal dibattito sui tagli agli incentivi e sui tetti annui, la bozza del nuovo conto energia fa presumere che anche il 2011 sarà un anno boom per il fotovoltaico italiano, rafforzando la posizione dell’Italia come secondo mercato al mondo, davanti a paesi come USA e Giappone (leggi anche Incentivi fotovoltaico. Per le Regioni non è una bocciatura senza appello. E il GIFI mostra soddisfazione).

Ma il grande Forum d’apertura di Solarexpo sottolinea che le rinnovabili non sono solo fotovoltaico, che ha indubbiamente rubato la scena mediatica per le negoziazioni del nuovo conto energia: alla ribalta anche le altre rinnovabili elettriche (eolico, mini-idroelettrico, solare termico a concentrazione), le rinnovabili termiche e la loro integrazione con le tecnologie efficienti negli edifici (solare termico, pompe di calore, cogenerazione, tecnologie di greenbuilding), e tutte le bionergie (biomasse, biocarburanti, biogas). A questo proposito leggi anche Incentivi Rinnovabili. Le novità per la cogenerazione nel Decreto Romani.

Programma dettagliato dell’evento


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico