Incentivi fotovoltaico. Anche il Ritiro dedicato è stato parzialmente tagliato

Una vera e propria ‘botta’ per il settore del fotovoltaico. Con la deliberazione 28 luglio 2011, infatti, l’Autorità per l’energia elettrica e il gas ha operato un taglio medio del 25% sul valore dell’energia venduta in regime di ritiro dedicato.

Come si legge a pagina 4 del documento, infatti, “l’Autorità, con il DCO 9/11, ha proposto che:a decorrere dal 1° gennaio 2012, i prezzi minimi garantiti indicati nel medesimo documento per la consultazione si applichino solo all’energia elettrica che non percepisce incentivi (certificati verdi o conto energia per gli impianti di produzione da fonte solare), poiché gli incentivi dovrebbero mediamente consentire la sopravvivenza economica degli impianti di produzione anche in assenza dei prezzi minimi garantiti. Ciò in attesa degli indirizzi da parte del Ministro dello sviluppo economico ai sensi dell’articolo 24, comma 8, del decreto legislativo n. 28/2011”.

Questo significa, come scrive l’ing. Caffarelli, che ha analizzato il documento proposto in allegato, che non solo a partire da gennaio 2012 i prezzi minimi saranno rivisti al ribasso, ma l’AEEG ha proposto che dovranno essere del tutto annullati e sostituiti dal prezzo zonale orario medio nel caso in cui il cliente produttore, soggetto responsabile dell’impianto fotovoltaico, attinga la tariffa incentivante.
Di fatto il 100% dei casi, che potranno godere di nuovo dei prezzi minimi a partire dal 21-esimo anno di esercizio.

Questo significa che laddove il prezzo zonale risulti essere svantaggioso rispetto al terzo scaglione dei prezzi minimi (ad esempio per il 2012 valore pari a 76,2 €/MWh), il cliente produttore subisce ulteriore riduzione sul valore dell’iniettato in rete, pari alla differenza tra i due prezzi citati.

Autorità per l’energia elettrica e il gas,Deliberazione 28 luglio 2011, Definizione del valore dei prezzi minimi garantiti, di cui alla deliberazione dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas 6 novembre 2007, n. 280/07


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico