Impianto fotovoltaico sperimentale VP Solar: nel secondo anno più energia del primo

L’impianto fotovoltaico sperimentale grid-connected in Conto Energia realizzato da VP Solar a Cornuda in provincia di Treviso, ha compiuto il 23 Gennaio 2010 due anni di funzionamento. L’impianto è realizzato con componenti di diverse marche e modelli,nella stessa ubicazione, con lo scopo di testare e comparare le prestazioni di produzione di energia.

Per avere infatti un’attendibile comparazione prestazionale di moduli fotovoltaici e/o inverter di diverse tipologie, è necessario avere in funzione i componenti nello stesso luogo. L’impianto fotovoltaico realizzato ha avuto accesso al primo Conto Energia ed ha una potenza totale di 48,40 kWp, con una superficie fotovoltaica di circa 380 mq su un immobile industriale di circa 900 mq, in una delle sedi del gruppo VP Solar, in provincia di Treviso.
Si sono applicate diverse soluzioni tecniche: l’inseguitore solare, il frangisole, l’ancoraggio alla copertura industriale, con applicazioni sia architettonicamente integrate che non. Per la realizzazione dell’impianto sono stati utilizzati 283 moduli fotovoltaici di 6 tipi differenti con potenza singola compresa tra 165 e 190 Wp e 10 inverter di 3 tipi diversi compresi tra 2.500 W monofase e 10.000 W trifase.

La produzione media dell’impianto nel secondo anno è stata di 1312 kWh/kWp. Il risulato è superiore di oltre il 3% rispetto al primo anno di funzionamento, quando la produzione è stata di 1.271 kWh/kWp In questo secondo anno si sono verificati 2 eventi di fermo impianto: default di 2 inverter, sostituiti in garanzia, e nei mesi di ottobre e novembre i lavori di manutenzione per l’applicazione di Solar Magic (ottimizzatore di potenza) ad una parte dell’impianto. E’ stata stimata in circa 500 kWh l’energia persa per i fermi parziali di impianto per queste manutenzioni.

L’applicazione di Solar Magic, entrato in funzione a partire dal 20 novembre 2009,  ha certamente consentito una maggiore produzione relativa, con parziale recupero dell’energia persa nelle manutenzioni; il reale beneficio dell’applicazione del Solar Magic sarà apprezzabile durante l’anno in corso, in cui ci si prefigge un obiettivo di produzione superiore a 1.330 kWh/kWp.
La media comprende anche la prestazione dell’inseguitore a due assi di 2,55 kWp, che ha prodotto 1.591 kWh/kWp nell’ultimo anno e del sottocampo fotovoltaico realizzato a frangisole, parzialmente ombreggiato, di potenza 3,96 kWp (1.189 kWh/kWp). Depurando la totale produzione da queste due particolari componenti, risultano 1.307 kWh/kWp l’anno, con l’impianto che è orientato a -14° rispetto a Sud con inclinazione delle superfici fotovoltaiche a 20° e con un parziale auto-ombreggiamento dovuto alla relativa vicinanza delle file di moduli; proporzionando la produzione riscontrata ad un’ipotesi di condizioni ideali (Sud pieno con 30° di inclinazione), si può stimare pari a 1.363 kWh/kWp l’anno la produzione di energia!
Questo valore può essere direttamente rapportato ai 1591 kWh/kWp l’anno dell’inseguitore, evidenziando una differenza del 17% di maggiore produzione.
Ancor più: abbiamo preso il sottocampo fisso con la migliore produzione, 1.392 kWh/kWp l’anno, che può essere riproporzionata a 1.452 kWh/kWp l’anno nel caso di ipotetico Sud pieno con 30° di inclinazione…ebbene tale valore ha uno scostamento di solo il 9% dal valore ottenuto dall’inseguitore. Questo dato è significativo perché usualmente i valori di maggiore produzione con un inseguitore a due assi dichiarati parlano di un 35% di sovrapproduzione (che nel caso specifico potrebbe significare oltre 1.960 kWh/kWp l’anno).

Anche nel secondo anno di funzionamento i dati reali di produzione di questo impianto indicano che l’inseguitore produce sì oltre il 35% di energia in più rispetto la stima di produzione di un impianto fisso, ma che la reale produzione di un impianto fisso realizzato con buoni componenti, con una corretta configurazione e dimensionamento, supera di molto la stima di producibilità; pertanto il differenziale reale di producibilità tra inseguitore a 2 assi ed impianto fisso è nuovamente inferiore al 20%.

Questi dati confermano che, come emerso già da altre centinaia di impianti VP SOLAR monitorati, impianti realizzati con le migliori soluzioni tecniche e componentistiche evidenziano rilevanti sovrapproduzioni rispetto alle stime di progetto.
La continua verifica e analisi dei dati di produzione degli impianti, consente agli ingegneri VP Solar la selezione dei migliori componenti con ottimali soluzioni tecniche di progetto, per ottenere sempre migliori prestazioni reali nel tempo degli impianti fotovoltaici in Conto Energia.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico