Fotovoltaico in agricoltura. I pannelli Suntech certificati contro l’ammoniaca

Tutti i principali prodotti offerti da Suntech Power Holdings, Co., Ltd. (NYSE: STP), tra i maggiori produttori di pannelli solari in silicio cristallino, hanno recentemente ottenuto dal German Institute for Standardization (DIN) la certificazione per la loro capacità di mantenere elevate performance quando esposti all’ammoniaca.

Un vantaggio per le applicazioni in agricoltura
Lo standard DIN 50916 è di estrema importanza per i consumatori che lavorano di frequente a contatto con bestiame e fertilizzanti che emettono ammoniaca. Ad esempio, questa certificazione consentirà agli agricoltori di installare con tranquillità i pannelli solari Suntech sui tetti di serre, granai e/o magazzini.

Siamo certi che questa certificazione rappresenterà un elemento di grande rilevanza per i consumatori e gli investitori che operano nel settore agricolo o in quello dell’ambiente. Gli standard DIN sono adottati da molto tempo per numerose e diverse tipologie di attrezzature agricole” ha detto Winfried Wahl, Product Manager di Suntech in Europa.

Il test per la certificazione
Per ricevere la certificazione, i pannelli fotovoltaici Suntech sono stati completamente saturati da un’atmosfera altamente alcalina (pH pari a 9) di cloruro di ammonio (NH4Cl) a 30 gradi centigradi per 28 giorni.

Successivamente al periodo di test, le caratteristiche di potenza e di integrità del materiale dei pannelli sono stati rigorosamente valutate riguardo a perdite di performance potenziali e problemi strutturali. Il test è concepito per determinare la resistenza nel lungo termine dei pannelli solari all’esposizione all’ammoniaca o a sostanze chimiche alcaline similari, spesso presenti nelle strutture per la produzione agricola.

È un test per alcuni versi più severo di quello realizzato per l’omologa certificazione della German Farmer Association (DLG), che espone i pannelli ad una saturazione atmosferica pari solo al 70% ma ad una temperatura più elevata di settanta gradi centrigradi per un lungo periodo di tempo (1.500 ore).

Nella foto l’impianto Statkraft di Casale – Aprilia, Lazio (3.300 kWp), una delle installazioni più rappresentative realizzate in Italia con moduli Suntech


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico