Fotovoltaico. GIFI: tariffe del Terzo Conto Energia fino a settembre

Sulla riforma degli incentivi al fotovoltaico per il Quarto Conto Energia sono tre i punti cardine su cui si basa la proposta  del Gruppo imprese fotovoltaiche italiane presentata al Ministro Romani: gestione del regime transitorio sino alla fine del 2011 teso alla salvaguardia dei diritti acquisiti e degli investimenti in essere, uno sviluppo a partire dal 2012 della Tariffa incentivante basato sul cosiddetto “sistema tedesco” e l’introduzione del concetto di “fine lavori certificata”.

Più nel dettaglio per il 2011 la proposta GIFI prevede i seguenti punti
Al fine di tutelare gli investimenti in corso per gli impianti sviluppati e avviati sulla base delle condizioni del Terzo Conto Energia, che prevedevano di entrare in esercizio entro fine 2011, il GIFI propone l’estensione delle tariffe del 3° Conto Energia (2° Quadrimestre) fino al 30 settembre, mantenendo l’assegnazione delle tariffe in base all’entrata in esercizio.
In tal maniera il GSE avrà il tempo per implementare un rigoroso metodo di registrazione fine lavori “certificata”, così da esonerare i soggetti responsabili dai rischi associati alle elevate incertezze delle tempistiche di connessione alla rete.
Dal mese di ottobre partirebbe l’assegnazione della tariffa sulla base della fine lavori certificata e contestualmente si applicheranno le seguenti riduzioni mensili fino a dicembre:

Edifici
– 1 – 1.000 kWp: 8%/mese
– >1.000 kWp: 10%/mese

Altro
– 1 – 200 kWp: 8%/mese
– 200 – 1.000 kWp: 13% a ottobre, 8% a novembre, 8% a dicembre (la maggiore riduzione di ottobre è dovuta a una necessità di rimodulazione delle tariffe incentivanti della fascia in oggetto)
– >1.000 kWp: 10%/mese

Potenza massima incentivabile (Cap anno 2011): 9,5 GWp cumulato

Per il 2012
Edifici e Altro
Gennaio 2012 (rispetto a dicembre 2011)
– 1 – 1.000 kWp: 5%
– > 1.000 kWp: 10%

Per ogni trimestre successivo (1° aprile, 1° luglio, 1° ottobre, 1° gennaio di ogni anno):
– 1 – 200 kWp: 3%/trimestre (fisso)
– > 200 kWp: 4%/trimestre

A queste ultime riduzioni si applica un meccanismo autoregolatorio che preveda un’ulteriore riduzione in funzione della velocità d’installazione degli impianti.
Tale meccanismo prevede un ulteriore 2% di riduzione della tariffa da aggiungere alla riduzione già prefissata al cambio trimestre per ogni mese di anticipo con cui si raggiunge l’obiettivo trimestrale in MWp, in modo da avere a disposizione una riduzione massima possibile fino all’8% a trimestre.

In caso di mancato raggiungimento di almeno i due terzi dell’obiettivo trimestrale, non si applica la riduzione tariffaria prefissata per il trimestre successivo. Nel caso in cui il cumulato nei trimestri successivi al primo di ogni anno non raggiungesse la soglia dei due terzi della potenza-obiettivo cumulata, la riduzione tariffaria non sarà applicata.

Obiettivo dal 2012: 3 GWp/anno.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico