Energy Service Company (E.S.Co.): una guida breve

Le Energy Service Company (E.S.Co.), nate durante gli anni ‘70 negli Stati Uniti, sono una risposta agli aumenti del costo del petrolio. Oggi si stanno diffondendo soprattutto in parallelo allo sviluppo del concetto di risparmio energetico.
Ma ancora questo acronimo non è chiaro a molti.

Vediamo di dare un’infarinatura generale, rimandando all’articolo da cui si è tratto spunto per maggiori informazioni.

Qual è la definizione di E.S.Co.?
Essa si trova nella direttiva 2006/32/CE art. 3, comma1, che cita: la E.S.Co. è una “persona fisica o giuridica che fornisce servizi energetici e/o altre misure di miglioramento dell’efficienza nelle installazioni o nei locali dell’utente e, ciò facendo, accetta un certo margine di rischio finanziario. Il pagamento dei servizi forniti si basa (totalmente o parzialmente) sull’efficienza energetica conseguita e sul raggiungimento degli altri criteri di rendimento stabiliti.

Chi si rivolge ad una E.S.Co.?
Chiunque (azienda pubblica o privata) necessiti di una consulenza e di un investimento economico per intraprendere un’attività di riqualificazione o miglioramento energetico della propria struttura.
Una E.S.Co., nonostante si configuri come società finanziaria, è costituita da personale competente nel settore edilizio e dell’efficienza energetica degli edifici.

Quali sono le caratteristiche che contraddistinguono una E.S.Co.?
Una E.S.Co. deve avere 3 caratteristiche fondamentali:
1. remunerazione in base al risparmio conseguito;
2. finanziare in toto o in parte l’investimento;
3.garantire il risparmio energetico.
Risulta evidente che la precisione delle valutazioni compiute in fase progettuale e l’abilità delle operazioni economiche condizionano il successo dell’operazione.

Il servizio della E.S.Co. viene retribuito con tutta o parte della differenza tra la spesa energetica prima e dopo l’intervento. Il periodo di pagamento (pay-back time) previsto per l’intervento viene stabilito alla firma del contratto tra la E.S.Co. e il cliente.

In quali ambiti d’intervento ci si può rivolgere ad una E.S.Co.?
miglioramento dell’efficienza energetica dell’involucro e degli impianti di produzione di calore
– realizzazione di impianti per la produzione di energia elettrica e termica da fonti rinnovabili e/o sistemi di cogenerazione e rigenerazione
– riduzione dei consumi energetici per illuminare ambienti interni ed esterni
– riduzione dei consumi energetici e termici per i processi produttivi
– riduzione degli apporti solari durante il periodo estivo

Finanziamento tramite terzi e servizio energia
Le modalità con cui le E.S.Co. svolgono la loro attività sono: il finanziamento tramite terzi o il servizio energia.
Il finanziamento tramite terzi prevede che il compenso delle E.S.Co. sia il totale o parziale risparmio energetico ottenuto per un numero di anni stabilito al momento della stipula del contratto.

Il servizio energia prevede che l’utente riconosca alla E.S.Co. una rata prestabilita calcolata sulla base dei consumi previsti, o precedenti se trattasi di edifici esistenti, con la possibilità di eventuali conguagli.

Cosa sono i Titoli di Efficienza Energetica?
I Titoli di Efficienza Energetica (TEE), o anche Certificati Bianchi, servono ad attestare l’avvenuto risparmio energetico. Essi sono uno degli scopi delle E.S.Co.

L’unità di misura dei TEE sono le Tonnellate Equivalenti di Petrolio (TEP): 1 TEP = 1 TEE.

Essendo obbligatorio per i principali distributori di energia attestare l’avvenuto risparmio energetico, ma non avendo sempre effettuato interventi di miglioramento dell’efficienza energetica in numero utile per ottenere i TEE necessari, è possibili acquistare i TEE da altre E.S.Co. Esiste pertanto un mercato dei titoli di efficienza energetica.

Articolo dell’Ing. Roberta Lazzari

Fonti: Il ruolo delle Esco in Italia di Valentina Raisa, Andrea Stocchero, Marco Zecchin (CDA – condizionamento dell’aria e, riscaldamento, refrigerazione – n.3 –marzo 2010)


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico