Energia fotovoltaica e rinnovabili, verso il 2011

Il 12 Gennaio 2010 il GSE ha registrato 870 MWp di impianti collegati alla rete e, con molta
probabilità, ci sarà un’ulteriore impennata quando tutte le richieste valide per il 2009 saranno valutate.

Nel frattempo il Gruppo imprese fotovoltaiche italiane rende noto il proprio position paper riguardante la questione aperta del decreto per il Conto Energia 2011, che gli operatori del settore attendono con urgenza per definire i piani di investimento futuri.
In particolare, rimandando alla lettura del documento integrale, sono tre i punti fondamentali che Gifi mette in evidenza:

1. Limite degli 8.000 MWp incentivabili con il Conto Energia 2011 nel periodo 2011/2015 (e 15.000 MWp al 2020). Numeri inferiori non garantirebbero lo sviluppo nel tempo del settore, mettendo seriamente a rischio i 15.000 preziosi posti di lavoro che si sono creati in questi ultimi 2 anni (e che sono ancora in continua crescita).
2. Necessità di chiarezza sulle autorizzazioni. Laddove si è consentita l’installazione degli impianti fotovoltaici tramite autorizzazioni semplificate si sono sì ottenuti risultati importanti, ma è anche noto che si è registrata la “produzione” di migliaia di MWp di autorizzazioni e diritti alle connessioni volte più alla “rivendita” delle stesse che alla vera e propria realizzazione
3. Pianificazione e sviluppo della distribuzione e della trasmissione di energia elettrica nazionale. L’Autorità per l’Energia Elettrica e il Gas dovrebbe stabilire una data entro cui i “produttori” di energia elettrica da fonte fotovoltaica portino a termine i lavori di realizzazione degli impianti per i quali hanno chiesto autorizzazione e connessione. Successivamente a tale data si perderà il diritto alla connessione originariamente acquisito. Si dovrebbe stabilire la quota percentuale massima di superfici agricole che all’interno di ogni comune possa essere destinata a “uso fotovoltaico” , confermando la possibilità di realizzare impianti fotovoltaici fino a 1 MWp tramite DIA.

Leggi il Position Paper Anie/Gifi completo

I risultati delle FER nel 2009
Questa settimana sono stati resi noti da parte del Ministero dello sviluppo economico i primi risultati ottenuti dalle Fonti di energia rinnovabile (FER).
Secondo i dati del Ministero la produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili è arrivata a coprire ormai un quinto del fabbisogno nazionale.

Il nostro obiettivo è di produrre un quarto dell’elettricità con le fonti rinnovabili”, ha affermato il ministro Claudio Scajola, e “per arrivarci ancora per alcuni anni sarà necessario prevedere forme di sostegno al settore per compensare i maggiori costi di queste fonti e attrarre nuovi specifici investimenti. Ma è anche necessario”, ha aggiunto il ministro, “raggiungere una maggior efficienza con investimenti in ricerca e tecnologia“.

Comunicato del Ministero dello sviluppo economico

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico