Elezioni del CNI. Non c’è pace tra gli Ingegneri

Si potrebbe dire: “Tutto in cinque giorni”. Dal 1° al 5 luglio 2011 una serie di decisioni e contro decisioni (ovviamente urgentissime) hanno portato al mirabolante risultato di mantenere tutto come prima. Di cosa stiamo parlando? Ma del rinnovo dei vertici del Consiglio nazionale degli ingegneri, naturalmente! Le elezioni per eleggere il nuovo CNI sono state infatti spostate ancora una volta: non più il 6 luglio, come indicato dal decreto del Ministero della giustizia, che revocava la sospensione elettorale del 6 aprile 2011, ma il 27 luglio 2011.

Giusto per dare un ordine cronologico alla vicenda degli ultimi giorni, ecco i passaggi. Con la circolare 433/2011 del 1° luglio il CNI rende noto che il Ministero della giustizia ha fissato al 6 luglio 2011 le elezioni. Passano appena tre giorni ed ecco che la circolare 436/2011 del 4 luglio avverte gli Ordini provinciali che il T.A.R. Lazio ha annullato la decisione ministeriale del 1° luglio e sospende ogni decisione sulle elezioni del Consiglio nazionale fino al prossimo 27 luglio 2011. Il giorno dopo, 5 luglio 2011, l’ennesima circolare (436/2011 per la cronaca) prende atto che il Ministero della giustizia, recependo la decisione d’urgenza presa dal T.A.R. Lazio, sospende nuovamente le elezioni del CNI fino alla prossima decisione del giudice amministrativo.

Se non vi siete persi, l’unica cosa certa è solo che non ci saranno le elezioni. Almeno fino al 27 luglio 2011. Stiamo assistendo a un vero e proprio “accanimento terapeutico” nel mantenere in vita il mandato dell’attuale CNI, ormai giunto alla sua scadenza naturale.

Come scrive l’ing. Stefano Calzolari sulla Rivista dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Milano: “Il punto non è trovare chi abbia ragione o torto tra i contendenti, ma constatare amaramente che la nostra categoria è privata del diritto di votare, cioè del diritto sacrosanto di eleggere rappresentanti nei quali possa finalmente riconoscersi, che non siano il mero frutto di alchimie giuridiche”.

di Mauro Ferrarini


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico