Efficienza energetica e sostenibilità delle aree industriali

Nell’ambito di Ecomondo 2010, Fiera internazionale annuale Del Recupero di Materia ed Energia e dello Sviluppo Sostenibile, si è svolto il launching event del progetto MEID (Mediterranean Eco-Industrial Development), il cui obiettivo principale è la definizione di un modello condiviso per integrare i principi della sostenibilità nella pianificazione, realizzazione e gestione di Aree Industriali Sostenibili nei Paesi del Mediterraneo, riducendo l’impatto ambientale e favorendo l’applicazione di tecnologie pulite (leggi anche Trasformazioni urbane: vecchie fabbriche ed ex caserme).

Nel progetto sono coinvolti dieci partner di riferimento in Italia, Spagna, Francia, Grecia, Malta e Bosnia Erzegovina, sotto il coordinamento dell’Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile, i quali saranno impegnati nella promozione del miglioramento continuo delle performance ambientali e sociali delle aree industriali dell’area Mediterranea principalmente nei seguenti settori:
– il ciclo dei rifiuti,
– il risparmio energetico e l’utilizzo di energie rinnovabili,
– la riduzione dei consumi idrici,
– una migliore viabilità,
– l’eliminazione dei depositi di materiali pericolosi.

Si dedicherà, inoltre, particolare attenzione alla promozione della sostenibilità degli edifici industriali, favorendo il miglioramento della qualità degli edifici industriali, in particolare in termini di efficienza energetica.

Il progetto, quindi, si propone di elaborare un modello di area industriale sostenibile a livello transnazionale che, oltre a fornire supporto ai soggetti gestori di aree industriali, rappresenti uno strumento di riferimento e di valutazione per le autorità competenti che intendano attuare le politiche industriali attraverso l’adozione di soluzioni sostenibili.

Particolare attenzione sarà data alle esigenze delle piccole e medie imprese, principali beneficiarie del progetto in termini di eco-innovazione, competitività e cooperazione. In particolare, a tale scopo, la realizzazione di una banca dati integrata contenente le nuove tecnologie applicabili e le migliori tecniche disponibili (BAT, Best Available Techniques) per le aree industriali rappresenterà un valido strumento a supporto delle politiche di sostenibilità che definiranno.

L’evento svoltosi a Ecomondo 2010, cui hanno partecipato esperti italiani e di altri paesi dell’area mediterranea, ha permesso di illustrare attraverso esempi concreti relativi a buone pratiche e precedenti esperienze in materia le questioni aperte e gli obiettivi del progetto MEID. Nella pubblicazione sono raccolte le presentazioni dei relatori intervenuti e gli articoli preparati per l’occasione.

Il progetto MEID: un approccio integrato per l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale nelle Aree Industriali del Mediterraneo, a cura di Maria Litido, Mario Tarantini, Rovena Preka, Arianna Dominici Loprieno

Maria Litido, Mario Tarantini, Rovena Preka, Arianna Dominici Loprieno (tratto dall’introduzione al volume Il progetto MEID: un approccio integrato per l’efficienza energetica e la sostenibilità ambientale nelle Aree Industriali del Mediterraneo)

Fonte Enea


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico