Domini di curvatura di sezioni in c.a. in pressoflessione deviata. Valutazione semplificata

La capacità deformativa di una sezione in cemento armato è significativamente influenzata dal regime di sollecitazione cui essa è soggetta. In particolare, il passaggio da azioni di presso flessione retta a presso flessione deviata induce una perdita di capacità deformativa ovvero una riduzione di curvatura ultima della sezione.

Tale riduzione può essere valutata attraverso la determinazione dei domini di curvatura rappresentativi, al variare dello sforzo normale agente e dell’angolo di sollecitazione esterna, delle curvature ultime della sezione. Nella prima parte della presente memoria, con riferimento a sezioni tipicamente riscontrabili negli edifici esistenti, si sono presentati e discussi gli andamenti di tali domini, ottenuti mediante l’utilizzo di un programma a fibre. Al fine di consentire una rapida determinazione degli stessi, senza dover ricorrere ad analisi a fibre, si presenta, nella seconda parte della presente memoria, una procedura semplificata di calcolo attraverso cui determinare, con un buon grado di approssimazione, la curvatura ultima di sezioni quadrate in cemento armato soggette ad azioni di presso flessione retta e deviata (leggi anche Domini di curvatura di sezioni in c.a. in pressoflessione deviata. Analisi a fibre).

Le espressioni semplificate ricavate possono rappresentare, dunque, un valido strumento per la valutazione preliminare del comportamento sismico di elementi in c.a. soggetti ad azioni biassiali.

Domini di curvatura di sezioni in c.a. in pressoflessione deviata. Valutazione semplificata di M. Ludovico , G. M.Verderame, I. Iovinella , E. Cosenza (Dipartimento di Ingegneria Strutturale (DIST), Università di Napoli Federico II)

Fonte ReLuis


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico